Archive pour la catégorie 'storie di gatti ed altri animali'

Amore, guardami negli occhi! [GATTI!]

Amore, guardami negli occhi! [GATTI!] dans immagini e testi occhi-gatto

http://www.animaliblog.com/guardare-negli-occhi-gatto/731

Amore, guardami negli occhi!

(GATTI!)

La tengo tra le mie mani e cerco di leggere dentro alle sue pupille nere, enormi, profonde, misteriose, eleganti. Sostiene il mio sguardo per 2-3 secondi poi inclina leggermente la testa a destra e sinistra con noncuranza. Ha forse qualcosa da nascondermi, o magari non le piaccio abbastanza? Allora insisto, voglio fissare i suoi bellissimi occhi, ma inizia a divincolarsi agitando bruscamente il suo corpo sinuoso, non mi vuole più, desidera solo essere lasciata in pace.
Non sto parlando di una focosa amante, ma della mia gatta. Se provo a insistere ancora tira le orecchie indietro, dopo un po’ agita nervosamente la coda. Avrete ben capito, e magari sperimentato voi stessi, che molti animali, tra cui anche cani e gatti, odiano essere fissati negli occhi per troppo tempo. Ma c’è poco da preoccuparsi, non ha nulla a che fare con il vostro aspetto fisico. Si tratta di un gesto di sfida per loro (in alcuni casi se ci pensate bene, lo è anche nella nostra società).
Se li costringete a guardarvi negli occhi le possibilità che si presentano sono sostanzialmente due:
Se il cane o gatto vi conosce molto bene, o non ha un carattere particolarmente dominante, cercherà di distogliere lo sguardo cortesemente.
Insistendo ancora su questa linea, i vostri animali potrebbero manifestare segnali di forte disagio come può essere ad esempio nel gatto il tirare indietro le orecchie (in tal caso significa che è molto teso, spaventato e se necessario pronto a difendersi) e agitare nervosamente la coda. Il cane potrebbe spostare a sua volta le orecchie indietro o lateralmente, a definire uno stato di paura e smarrimento.
Al contrario, se gli animali non riescono a gestire lo stress dovuto al vostro sguardo, o hanno un maggior istinto dominante, potrebbero arrivare a graffiarvi o mordervi. Non si tratta di cattiveria, solo di un linguaggio non verbale diverso dal nostro di cui bisogna imparare a tener conto.
Infatti, una delle regole basilari per quando si entra in contatto con un cane o un gatto diverso dal nostro, è non fissare mai gli occhi o dare pacche sulla testa, il tutto viene interpretato come un gesto di sfida e desiderio da parte nostra di dominare.
Si tratta di una causa persa in partenza quindi.
Per fortuna però mi vengono in contro i versi di una certa Annamaria Signorile, e posso mettermi il cuore in pace: “L’amore non vede con gli occhi, sente con l’anima“.

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...