Archive pour la catégorie 'io e il gatto'

ALLORA ECCOMI QUI…VI RIPORTO « ESATTAMENTE » QUELLO CHE MI HA DETTO RUDY DOPO CHE IO HO SCRITTO DELLA LITE CON LUI

legenda tra [...]  le considerazioni mie; 

si Rudy ha protestato perché mi ha detto che ho descritto la lite in modo non esatto, quindi riporto ESATTAMENTE, quello che lui mi ha detto di scrivere (perché almeno quello non lo sa fare!!) 

« Dunque! (gnao!)…la mamma non ha riportato la nostra discussione in modo giusto, come al solito parla sempre lei e a me non mi fa parlare ma io parlo (miagolo) lo stesso [gia!]. 

stavano discutendo credo di qualche trasmissione in televisione (qualche cretinata umana sono sicuro) ed io volevo dire la mia, COME AL SOLITO mi volevano far tacere, oltre tutto era quasi ora di cena e stavano tirando per le lunghe, io un po’ avevo fame, un po’ mi ero letteralmente scocciato così ho cominciato a…miagolare che mi hanno zittito subito, così (come fanno loro) [ehmm!!!] ho alzato la voce anche io, MA PERCHÉ LORO SÌ ED IO NO? e, senza ascoltare quello che avevo da dire [non è vero!!!!!] 

 mi hanno zititto, mi sono arrabbiato come un cane (UN CANE, MA CHE DICO!!!!MI FANNO DIVENTARE MATTO) come un gatto nero; 

al primo « ZITTO! » che mi è arrivato ho alzato la voce e, sinceramente non ricordo che cosa ho detto (miagolato) talmente mi ero arrabbiato, POI ARRABBIATO, mi dispiace no che non mi stanno a sentire? non sono io il centro dell’attenzione, della casa, dell’universo intero??????? 

o, forse ho capito male? [GIÀ!!!!] forse non sono al centro dell’universo? neanche della casa? ma neanche per mamma?????? NON È POSSIBILE!!!!! allora che sono io???? aiuto sto perdendo l a mia identità….. aspettate la cerco….dunque…..dove? magari nella cassetta della pipì….provo….[già tutti i problemi lui li risolve li]…. ho zampettato inutilmente…ma non vien fuori niente….non mi riesco di farla….normalmente ho numerose « risorse » [già!!!!! ce le avessi io!!!!] adesso torno in camera e chiedo gentilmente la cena: 

MIAOOOOOOOO!!!!! 

NON SONO ANCORA CORSE… SE LA PRENDONO COMODA, MIAOOOOOOO!!!!!!!!!! 

(so che alla fine molleranno e si alzeranno a darmi da mangiare anche se non è l’ora!!) [già!] 

eccola si alza e mi da la cena, adesso gli dico che ho sete e non fame (hiiiiiii!) [sarebbe un sogghigno] adesso mi mette la pappa ( non sono un cane aiuto!!!) nel piattino, un piattino scalercio che lede la mia dignità [non è vero, il più bello che ho trovato] ha preparato tutto…[RUDY VIENE C'È CICCINA!!!!!] adesso invece di andare a mangiare mi metto sulla porta della cucina (mi hanno insegnato che così si chiede da bene, ma loro come fanno? non le vedo mai sulla porta della cucina a chiedere da bere…non mi devo porre tutti questi problemi…[si gli ho insegnato così perché l'ho preso che era talmente piccolo che non sapeva bere da solo, non si sapeva lavare, non si sapeva...fare il bidè, ma se lo è scordato], allora sto sulla porta….MIAOOOOO!!!!!! 

[MA RUDY NON VOLEVI MANGIARE????] 

si ma non glielo faccio capire….mi porta la ciotolina con l’acqua [la più bella che ho trovato!!!] eccola…adesso gli giro intorno e vado a mangiare SÌ… 

[MA RUDY NON VOLEVI BERE?????] 

NO EHEEEEEE!!!!!!!! adesso mangio ma se se ne va e non mi fa compagnia MI SENTE… 

[MI SA CHE MI TOCCA FARGLI COMPAGNIA!!!!!!] 

bene ha fatto quello che volevo, adesso possiamo riprender la discussione iniziatata…. 

MAOOOOOOOOOOOO

Publié dans:io e il gatto |on 31 janvier, 2008 |Pas de commentaires »

uff gli asssomiglia

uff gli asssomiglia dans io e il gatto dyn010_original_408_446_pjpeg_2521705_1d69b538c89e8e13e48987dc1dd75c3d

http://charles02.skynetblogs.be/tag/1/superstition

Publié dans:io e il gatto |on 26 janvier, 2008 |Pas de commentaires »

IERI LITE CON IL GATTO!!!!!!

mi sto arrabbiando con lui che miagola senza un motivo apparente,  Rudy che c’è che miagoli?

miaoooooooooooooooo! ma perchè miagoli se non vuoi niente?miaooooooooooOOOOOOOOOOOOOO!!!

uffa, smeTTI DI MIAGOLARE!!!!!!

miaooooOOOOOOOOOOOOO!!!!

sTA! ZITTOOOOOOO!!!!!

mIAOOOOOOOOOOOOO!!!!!

CHE STRILLI ZITTO!!!!!

MIAOOOOOOOO!!!!!|

PIANTALA!!!!!!!!

MIAOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!

fine della lite:

MIAOOOOOOO!!!!!!!!!

ha avuto ragione lui perché?

Publié dans:io e il gatto |on 26 janvier, 2008 |Pas de commentaires »

cose fatte questi giorni, Blog, GATTO IMPUNITO!!!!

ciao, questo periodo sono stata, cioè sono ancora, presa un po’ dal Natale e l’Epifania, ossia  fare l’albero di Natlae, fare il presepio, spesette, giri per le Chiese, pranzetti (uno la fine del mondo!!!!! in un ristorantino tra il Colosseo e San Giovanni), qualche filmetto scemo in televisione, ecc.ecc. ;

poi un po’ di tempo è passato per cercare dei testi belli e adatti a questo periodo di festa,  la « Catégorie »: Noël comunque è stata visitata molto spesso, è piaciuta anche se credo che non abbiano capito bene la nostra « Befana », comunque i francesi qualche volta sono un po’ strani, io gli posto qualcosa di un po’ complesso e vanno a leggere le cose più leggere – e questo mi sembrerebbe logico – poi gli posto delle cose più leggere e (la notte!!!, LA NOTTE!!!!) si vanno a leggere la « Spe Salvi »;

nel Blog italiano, agli italiani, ossia a noi, gli ho « mollato » il « Natale » di Alessandro Manzoni » (difficilissimo perché Manzoni e perché della prima metà dell’ottocento);

un po’ di tempo passa dietro al gatto, sì al gatto, sta incominciando ad imparare troppe cose, capisce troppo, è vero che se gli dico: seduto!! si mette seduto, e se gli dico: mangia!!!: mangia, se gli dico, sali scendi è normale, se gli dico: torna indietro capisce, però ha imparato anche a fare qualche dispettuccio, l’acqua normalmente gliela diamo noi per non fargli bene acqua depositata anche se solo per un quarto d’ora (la fissazione è nostra lo so) allora LUI si mette sulla porta della cucina e si siede e, normalmente, cioè QUESTO E’ QUELLO CHE HA IMPARATO PER CHIEDERE DA BENE E LO SA BENISSIMO, si siede, aspetta che gli portiamo l’acqua, poi IMPUNITO, mi fa il giro intorno e va a mangiare; poi un’altra cosa, ma ve la dico sottovoce: quando noi mangiamo, anzi quando cominciamo a mangiare, lui anche se sta dormendo va al suo « WC » e la fa, SÌ LA FA PROPRIO, in qualsiasi ora noi mangiamo lui (gatto, micio, Rudino impunito) LA FA, NON PER FINTA (forse se la trattiene per quando mangiamo, sembra proprio) lo portiamo da un psichiatra per gatti? che ne dite?

Publié dans:io e il gatto |on 7 janvier, 2008 |Pas de commentaires »

io il gatto e il Brandy

salve, ciao, qualche notizia di me dato che sono un impiastro, una pecetta: 

allora va un po’ meglio, dolori alle ossa vanno bene: loro, io no, però cerco di evitare le medicine forti e faccio un po’ di streching (si scrive così?) che, forse, alla mia età, un fisioterapista non mi farebbe fare, ma io sono pratica, lo faccio da molti anni ed aiuta veramente tanto, questo per quanto riguarda i dolori; 

per quello che riguarda la pressione  - dopo tante prove perché io non è che sono tanto normale in nessun senso –  con la dottoressa abbiamo trovato due medicine che dovrebbero andare bene, ossia, è da conferma la dose, due di una che abbassano la pressione, ma alzano il battito cardiaco ed una che non fa un cacc… alla pressione, ma alzano il battito cardiaco, dovrebbe andare bene, stasera, mezz’ora fa, ho provato la pressione: è ancora un macello, ma questa nuova dose l’ho incominciata oggi: quando ho misurato la pressione, sempre mezz’ora fa, era strana, la pressione non alta o bassa: strana… al solito, come me…ME LO HANNO SEMPRE DETTO CHE SONO UN PO’ STANA MA NON CI VOLEVO CREDERE,  allora, per non prendere altre medicine e avevo un leggero attacco di angoscia HO PRESO MEZZO BICCHIERE (da vino che state pensando?) DI BRANDY (un giorno compero un Cognac di quelli da faville) ed ora mi sento bene ed allegra (perché?), insomma dovrebbe andare meglio; 

per quello che riguarda il sonno va meglio, il problema: un dolce problema è il gatto, ossia Rudy, come devo aver detto, dorme con me, ai piedi del letto sopra i miei piedi, di lato al letto e, visto che un GATTO-PANTERA NERA io devo dormire ai lati del letto, rannicchiata per farci entrare lui, o in altre posizioni strane che non vi descrivo; insomma vado a dormire verso l’una ( di notte) mi preparo, sistemo le coperte, Rudy si mette sul letto (se metto sopra la coperta che piace a lui), quando ho fatto tutto gli porto la ciotola dell’acqua a letto (sempre il mio, ossia il suo) , l’abitudine gliel’ho data io, è vero che la mamma gatta non gli aveva insegnato a bere, ossia non sapeva bere da solo, gliel’ho insegnato io, così come gli ho insegnato a farsi bidè; insomma gli porta la ciotola dell’acqua (una di quelle più belle) di metallo lucido, grande (l’ha comperata mia sorella, per me ci si potrebbe fare il bagno), se l’avessimo trovata sarebbe stata di oro placcato; allora gli porto l’acqua da bere, lui si mette seduto (rito), si guarda a destra dove c’è l’ingresso, a sinistra, dove c’è la finestra, poi si da una leccatina alle zampe, da un bacetto al dito mio che tiene la ciotola e poi, finalmente beve (sempre verso l’una, l’una e mezza di notte), poi, direte, andate a dormire, NO! lui dopo essersi fatto portare l’acqua si alza, scende dal letto e va a mangiare un po’-  abbastanza da gatto che muore di fame – di crocchette poi, MICA FINISCE QUI, invece di ritornare in camera mia va in camera di mia sorella che già dorme, come farlo uscire di lì? TRUCCO E TRAPPOLA PER GATTI FINTI SCEMI: vado in camera spengo la luce ed aspetto un po’, non più di un minuto, il micio arriva, si siede alla porta della stanza e mi rimprovera, sì è così, mi rimprovera, MIAOOO PERCHÉ HAI CHIUSO LA LUCE IO COME RIENTRO (CI VEDE BENISSIMO AL BUIO OVVIO, MA CERCA DI IMBROGLIARMI, insomma alla fine andiamo a dormire tutti e due; 

comunque va meglio, ora mi sento meglio e l’angoscia è passata (chissà perché? sarà stato il Brandy?), ma è stato anche il micio, un po’ di « pet terapy » fa sempre bene, ed anche il Brandy, ora vado a vedere qualche scemenza in televisione, ciao; 

Publié dans:Brandy, io e il gatto |on 5 décembre, 2007 |Pas de commentaires »

SÌ…….È LUI È…..RUDY

rudyimmaginepiccola.jpg

Publié dans:io e il gatto, Rudy |on 12 novembre, 2007 |Pas de commentaires »

ultimi pensieri della notte al mio gatto, poi a ninna anche io…finalmente

penso che devo dirvi buon risveglio e buona giornata per domani data l’ora in cui scrivo; ci sono molte cose da raccontare, in più c’è micio che ha sempre più bisogno di attenzioni, ossia le pretende, ma che si deve fare ha una certa età anche lui, è vero che quando insiste troppo  dopo un po’ smette perché capisce di aver esagerato, sì capisce quando esagera, per esempio, miagola miagola e miagola e non si sa che vuole perché ha già fatto tutto quello che poteva fare, ha mangiato, ha bevuto, ha fatto la cacca, quasi sempre bella (hic!), ha ricevuto la sua dose di coccole cioè in abbondanza, a quel punto miagola ancora, che vorrà? secondo me non lo sa neanche lui, forse quando ci vede a sua disposizione si inventa qualche necessità che in realtà non ha, ma credo  che anche la sua  fervida fantasia di micio ha un limite e allora, sempre secondo me, si arrabbia con se stesso perché non sa che cosa fare per attirare la nostra attenzione ancora un po’ di tempo, noi gli stiamo dietro, ma abbiamo anche noi le nostre cose da fare, come si fa;

poi capisce tutto, pensate riconosce quando spegno il computer, ma non dopo che è spenta la luce, quando sto chiudendo, ossia, presumo, dai suoni di chiusura, sembra proprio così quasi non ci credo neanche io; un’altra cosa che si è pensata ( un po’ mi vergogno a dirlo) ogni volta che mi metto a mangiare, a qualsiasi ora, va a zampettare nella sua cassetta e, secondo me, si sforza di farla, come avrà associato i suoi bisogni al  mio pranzo, o cena proprio non lo so, è vero che papà, il mio non il suo, mangiava e poi…non è proprio la stessa cosa, magari fa parte dei mammiferi associare i propri bisogni e magari soddisfarli tutti insieme, ma sto parlando di un gatto? ah si sempre lui, ossia LUI, il reuccio di casa; 

ora se ne sta sul letto ad aspettarmi che sto al computer, dopo ( gli ho dato un altra abitudine da qualche tempo, ma sempre a causa dell’età) prima di andare a dormire gli porto A LETTO, SEMPRE IL MIO, CIOE’ IL SUO, la ciotola dell’acqua, è vero che l’acqua alle persone anziane, ooopsss ai gatti, fa bene, infatti ha il pelo lucido e bello ed il veterinario, che è venuto da poco lo ha trovato bene, soprattutto, ed è importante, i reni a posto, l’acqua fa miracoli per noi e per gli animali, ma certo per la natura tutta e noi magari non ci pensiamo; insomma poi io mi preparo per andare a dormire, e allora ci sono i minuti di coccole sul letto perché sennò si dispiace, si mortifica, si sente che non mi curo di lui, PERLOMENO COSI’ MI HA DETTO, me lo ha detto? ma che sto dicendo? ma sì che parla, certo a modo suo, ora dorme fiducioso, quantè dolce però!!!

Publié dans:gatti, io e il gatto |on 31 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

SONO IL GATTO DI GABRIELLA, HO QUALCOSA DA DIRE ANCHE IO…

Buongiorno, 

sono il gatto di Gabriella che ha questo Blog (me ne parla sempre), scrivo perché non sono molto contento di quello che la mamma dice di me, non mi piace che svela i miei segreti e le mie cose personali…intime, così mi presento di persona, ossia di gatto (sono influenzato dagli umani): 

mi presento: 

io sono un gatto, sono un rispettabile gatto di casa di 14 anni, sono nero, sono pudìco e riservato ho la mia dignità, sono cordiale con le persone che vengono in casa purché siano gentili e rispettose con me e mi riconoscano il posto che mi spetta in casa: quello del Padrone assoluto (ma non riesco a convincere né la mamma né la zia); 

riflessioni: 

è vero: la mamma fa tutto per me, qualche volta esagera nelle attenzioni, ma la cosa che mi fa imbestialire (letteralmente ehm!)  di più è che non sempre capisce i miei ordini, ma che cosa ci vuole? per esempio: quando dico gnao vuol dire sete, quando dico: miao miao vuol dire fame, quando dico MAAOOO vuol dire che ho qualche problema intestinale (perché dice male a pancetta?), e quando dico ‘ao, ‘ao, ‘ao, ecc. vuol dire che c’è qualche altro animale in casa, per esempio una farfallina oppure un uccelletto si è posato sui fili fuori della finestra e mi prende in giro, non lo sopporto proprio; 

insomma la mamma non sempre mi capisce, poi, come tutte le mamme mi copre troppo, lei sente freddo e copre anche a me che ho la pelliccia, poi mi porta l’acqua anche quando non ho sete e mi fa giocare quando ho sonno e quando voglio giocare io ha da fare; poi, a proposito del gioco, mi fa giocare , sì; però io non la posso mordere, non la posso graffiare, MA CHE GUSTO C’È COSÌ, poi se io lancio un giocattolo lontano non me lo va a riprendere, ma non è così il gioco? io lancio qualcosa e lei lo deve andare a riprendere e riportarmelo, mica pretendo che me lo riporti in bocca, in fondo, no? 

poi, POI, VIENE a dormire sul letto MIO, oltre che non protesto NON STA FERMA UN MOMENTO, ma io veramente dormo lo stesso perché poi, alla fine, giustamente, sono un micio; 

insomma però la mamma è sempre la mamma, (pr, pr, pr, pr,) come farei senza la mamma (è vero gli sto sempre appiccicato), però quanta pazienza ci vuole con le mamme, vero?  tante leccatine alla mamma e un prpr a voi, 

Rudy 

Publié dans:io e il gatto |on 9 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

IO IL GATTO E IL TEMPORALE (pioggia) A ROMA, E QUALCHE ALTRA NOTIZIA

oggi vi do qualche notizia veloce perché ho molte cose da fare e non riesco a farle, poi FINALMENTE a Roma sta piovendo e siamo tutti nervosi, IO E IL GATTO PIU’ DI TUTTI…NON LO REGGO…ERO TALMENTE ARRABBIATA CHE GLI HO DETTO STR….TEMO CHE ABBIA CAPITO PERCHÉ SI È OFFESO E SI È ANDATO A NASCONDERE DA TUTTE LE PARTI SCAPPANDO, ALLA FINE È ARRIVATA, PIETOSA, MIA SORELLA GLI HA DATTO UN PEZZETTO DI PIZZA DELLA ROSTICCERIA (non so con che cosa dentro) ma LUI è stato contento ed riornato nella sua cuccia preferita che è la mia poltrona, io non riesco ad adoperarla più, IN QUESTO MOMENTO FA IL GATTO BUONO;

in realta non ci era capitato mai che un gatto, e ne abbiamo avuti diversi, sentisse il tempo, insomma fosse metereopatico, già sono meteropatica io figurarsi, mia sorella no per fortuna; io non so che bestia abbiamo preso, capisce tutto, si interessa di tutto, È PERMALOSO, PRETENDE DI FARE TUTTO INSIEME A ME COMPRESA LA PIPÌ, COSA CHE MI SONO ASSOLUTAMENTE RIUFIUTATA DI ACCETTARE, (IO SUL WATER E LUI NELLA CASSETTA, CI MANCHEREBBE ALTRO!);

insomma (mi  sto calmando), vi volevo raccontare che il Blog sul quale scrivevo dei testi di Papa Benedetto presi dagli scritti precedenti alla sua elezione (li ho quasi tutti) non andava, le persone vogliono, mi sembra, i commenti aggiornati, approfondimenti ecc; così l’ho trasformato in un Blog in inglese simile a quelli italiano e francese, ma limitando gli argomenti alle meditazioni e studi che provengono da Roma (basta e avanza) poi un limite bisogna darglielo, sono tre giorni che ho fatto questo cambio e per comprendere se un Blog va ci vuole un mese o anche due faccio presente che io l’inglese l’ho studiato molti, molti anni fa da un italiano che aveva fatto il militare in America ed ogni tanto ci insegnava qualche parola tipica del linguaggio americano e (agli uomini, molto cavallerescamente, qualche parolaccia);

poi (ora va meglio) sabato è il mio onomastico: San Gabriele Arcangelo, sì ci sarebbe un altro Gabriele, San Gabriele del’Addolorata, ma io sono sempre stata megalomane e ho voluto il massimo sin da quando ero piccola, così festeggio l’Arcangelo, ho ricevuto due regalini (fin’ora): un sciarpetta firmata (l’unico che veramente mi piace, fa anche cose da uomo molto belle) ed un libro in francese che desideravo molto;

mi fate gli auguri, almeno una preghiera per me ( ed una per il gatto), grazie

 Gabriella

Publié dans:io e il gatto |on 27 septembre, 2007 |2 Commentaires »

il gatto deve fare la pipi e sono finiti i sassetti….(aiuto!!!)

oggi un episodio particolare ha allietato l’ora di pranzo, ossia ha alletato noi, meno il gatto;

che era successo? in questi giorni di chiusura dei negozi, anche quei pochi che erano aperto non avevano fatto il pieno delle provviste, due giorni fa (venerdi?) erano finiti i sassetti per la cassetta-WC del micio, il negozio non aveva i sassetti preferiti del gatto, quelli più fini, delicati, che hanno un buon profumo (e che costano cari), io avevo comperato – incautamente – dei sassetti « ecologici » una busta piccola sufficiente per far passare qualche giorno e poi rimcoperargli i suoi, l’avessi mai fatto! oggi abbiamo cambiato i sassetti con quelli che avevo comperato, l’avessimo mai fatto! non gli sono piaciuti, primo: erano troppo grandi e a lui non andavano bene, avevano un odore strano e aveva ragione: avevano un odore strano;

comunque abbiamo tentato con tutti i mezzi di fargli fare la pipì su questi sassetti nel suo WC, non c’è stato niente da fare, abbiamo fatto ogni opera di convinzione, da quelle più suadenti a quelle con le maniere forti, niente; ossia abbiamo cominciato a ragionare con lui: « su fai la pipì su questi sassetti, domani ti compero gli altri, quelli che piacciono a te, su fai il bravo micio », niente, non voleva capire, ho provato a spiegargli meglio: « su fai la pipì su questi sassetti, domani ti compero quelli che piacciono a te, IL NEGOZIO NON CE LI AVEVA CHE POTEVO FARE? », niente sembrava che non volesse capire le mie difficoltà e, nel frattempo, miagolava come un addannato per tutta la casa, poi, forse  nella speranza che i sassetti si cambiassero da soli si è piazzato davanti alla porta del bagno e non si muoveva più, seduto davanti al suo WC a guardarlo;

ogni tanto tornava ad odorarli, visto che non si cambiavano da soli è tornato da me e, con le maniere dolci, mi si è strofinato sulle gambe, ha fatto uno graooo lamentoso da commuovere i sassi, e io, un po’ irritata, ho cominciato a dirgli con la voce autoritaria: « su fai la pipì lì senza tante storie », mi rispondeva: « no io la pipì lì su quei sassetti strani non ce la faccio » ed io, sempre a voce più alta ed autoritaria: « fai la pipì lì » risposta: « gnao, ganao e gnao » ossia « no, no e no! »; alla fine ho cominciato a perdere la pazienza ed ho tentato di ficcarcelo dentro alla cassetta, era come un anguilla, non voleva assolutamente entrare neanche con la testa; ad un certo punto ci è venuto il timore che tutte le nostre manovre e i discorsi con il gatto li sentissero i vicini di casa perché avevamo cominciato ad alzare la voce;

insomma conclusione del discorso, siamo dovute uscire il più presto possibile di primo pomeriggio per comperargli i sassetti che voleva lui, il negozio non ce li aveva ancora, comunque quelli che abbiamo coperato gli sono andati bene: cambiati i sassetti è entrato nella cassetta con la faccia (muso) soddisfatta di ha avuto la vinta ed ha fatto le sue cose, erano passate circa due ore, lui si è trattenuto per tutto il tempo tanto che gli dicevamo: « guarda che all’età tua non ti puoi trrattenere tanto ti fa male » ma lui faceva il gatto giovincello che saltellava in giro a giocare con tutto ( ha preso di mira dei fiori che scendono in giù da un vaso al centro della tavola ed ogni tanto ne tira giù uno;

insomma alla fine « stremato nonostante l’aria di chi sogghigna: a me tanto non me la fate » se ne è andato a dormire su una poltrona che una volta era la mia, ora è sua e se mi ci metto seduta lui, quasi, quasi, mi caccerebbe via, gli ho detto: non ci provare, ha allungato una zampa da patera nera (si potrebbe anche confondere con…), almeno la poltrona è ancora domino mio, ma solo qualche volta;

ma che l’abbiamo viziato un po’?

Publié dans:io e il gatto |on 3 septembre, 2007 |Pas de commentaires »
1234

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...