Archive pour la catégorie 'i santi'

25 ottobre 2009 – Beatificazione di Don Gnocchi, Milano, Piazza Duomo, altre immagini sul sito:

25 ottobre 2009 - Beatificazione di Don Gnocchi, Milano, Piazza Duomo, altre immagini sul sito: dans i santi 1256485849895_006
http://mmedia.kataweb.it/foto/16490891/1/milano-la-beatificazione-di-don-gnocchi

Publié dans:i santi |on 26 octobre, 2009 |Pas de commentaires »

Il transito di San Francesco

Il transito di San Francesco dans i santi san-francesco-1

Il transito di San Francesco

http://www.madonnadeimartiri.it/appuntamenti.asp?archivio=yes&idnews=102

Publié dans:i santi, santi |on 2 octobre, 2009 |2 Commentaires »

1 novembre solennità di Tutti i Santi

1 novembre solennità di Tutti i Santi dans i santi

http://liturgia.silvestrini.org/santo/330.html

La festa di tutti i Santi il 1 novembre si diffuse nell’Europa la tina nei secoli VIII-IX. Si iniziò a celebrare la festa di tutti i santi, anche a Roma, fin dal sec. IX.
Un’unica festa per tutti i Santi, ossia per la Chiesa gloriosa, intimamente unita alla Chiesa ancora pellegrinante e sofferente. Oggi è una festa di speranza: « l’assemblea festosa dei nostri fratelli » rappresenta la parte eletta e sicuramente riuscita del popolo di Dio; ci richiama al nostro fine e alla nostra vocazione vera: la santità, cui tutti siamo chiamati non attraverso opere straordinarie, ma con il compimento fedele della grazia del battesimo.

Publié dans:i santi, immagini sacre |on 1 novembre, 2008 |Pas de commentaires »

ho aperto un Blog su San Paolo…ho messo il link …

oggi ho rischiato grosso, cioè rischio perché sono un po’ matta: ho aperto un Blog su San Paolo Apostolo, storia, spiritualità, testi, commenti, autori moderni, pensieri miei (sempre speriamo bene); 

l’ho fatto per due ragioni, la prima, naturalmente, è perché a giugno incomincia l’ « Anno paolino », l’altra è che io sono molto legata, affezionata, devota (che altro?) di San Paolo, in un momento difficile della mia vita, quando stupidamente ho gridato: voglio un altro Dio! mi sono ritrovata nella Basilica di San Paolo a pregare l’Apostolo, il quale mi sembrava che sogghignasse un po’, come se volesse dire: ma che dici!, è così, fa parte della mia storia di fede, e, continuamente, più che io rivolgermi a lui, ogni tanto Lui si fa presente;

un giorno scannerizzo l’immagine di San Paolo che ho comperata nella Basilica di San Paolo, molto bella ma poco conosciuta e la metto su tutti i Blog;

poi, di più, Papa Benedetto nei sui scritti da Cardinale e nei suoi discorsi gli dedica uno spazio speciale, come è giusto, ma, credo come sente veramente, poi, ma è un’impressione mia, guarda a San Paolo come un’indicazione per una possibile unità con la Chiesa Ortodossa, a Dio è tutto possibile, a San Paolo molto;

Publié dans:ciao, i santi |on 29 janvier, 2008 |Pas de commentaires »

San Martino – ho pensato di darvi la buona notte con l’immagine di questo santo che, quest’anno, è capitato di domenica, forse perché la sua è una delle storie che ci raccontavano da bambini

San Martino - ho pensato di darvi la buona notte con l'immagine di questo santo che, quest'anno, è capitato di domenica, forse perché la sua è una delle storie che ci raccontavano da bambini dans i santi

http://santiebeati.it/immagini/?mode=view&album=25050&pic=25050D.JPG&dispsize=Original&start=0

Publié dans:i santi |on 13 novembre, 2007 |Pas de commentaires »

l’aiuto che ho ricevuto da San Paolo e che non dimenticherò mai

alcuni anni fa, diversi ma non moltissimi, stavoa in una profonda crisi di sofferenza e, ribellandomi a Dio, dissi dentro di me: « voglio un altro Dio », era un grido disperato forse più che blasfemo, qualche giorno dopo, forse riavutami dal momento di crisi più profondo, andai alla Basilica di San Paolo fuori le Mura a pregare l’Apostolo delle genti; ero in grande sofferenza da diversi anni, non ricordo se e come pregai San Paolo, mi ricordo che mi fermai a lungo a guardare l’immagine dell’Apostolo nel mosaico del catino;

passò certamente qualche ora, dopo mi ritrovai con il Signore ed ogni dolore era scomparso dentro di me, ogni ribellione, ed volto dell’Apostolo era impresso dentro di me, e la sua presenza; non ho mai dimenticato quel giorno, quel momento, forse su un quaderno ho scritto qualcosa, tornata a casa di quell’episodio, ma preferisco raccontarlo così come lo ricordo;

oggi ho due belle immagini di San Paolo in casa, un disegno su pietra, molto bello che mi ha regalato mia sorella e un immagine su legno più piccola, ma non piccolissima, della pittura di San Paolo che si trova sopra la porta di entrata del retro della Basilica, anche questa è molto bella, ora delle immagini ne ho una davanti a me e l’altra si trova dietro;

io ho cominciato il mio cammino che volvo essere francescana, ossia, credo che questa vocazione sia arrivata un po’ dopo, quando ero già più grande, è vero che vicino alla casa dove sono nata c’è una chiesa dedicata alle Stimmate di San Francesco, io non ho mai rinnegato questa che, forse, però, non fu proprio una chiamata, ma una comprensione affettuosa del santo anche perché con gli anni si sono avvicinati a me, io mi sono avvicinata a loro, altri santi, e dato che ho conversato un po con molti, ossia io non capivo bene se mi parlavano, ma sicuramente si, solo che non capivo quello che forse volevano dirmi, certamente di ognuno ricevevo la testimonianza di santità;

San Paolo ha un po’ rivoluzionato il mio modo di essere cristiana, mettere al primo posto, ossia dopo Dio e la Vergine, l’Apostolo delle genti, vi assicuro che cambia la propria vita di fede, non c’è possibilità di devozionismo, non c’è possibilità quasi o niente di vera sequela,

Egli è li a parlarti ancora con il suo insegnamento dato alle Chiese, con la sua vita piena di sofferenze, con la sua vita piena di lode a Dio, con la sua morte e il suo martirio;

c’è un articolo su Avvenire che ho postato proprio ora che parla di come il Papa che rappresenta, nella realtà di Dio, gli Apostoli Pietro e Paolo, in qualche modo deve mettere in conto il martirio, magari un martirio solo di persecuzione, o di dolore come fu per Papa Giovanni Paolo II, per me questa cosa è lontana, ma dentro di me rimane il fatto che il santo più amato è morto martire a Roma dopo aver lungamente sofferto, predicato ed amato;

non sono capace di dire altro, è difficile, è difficile parlare di tutto ciò che riguarda la fede proprio perché non sono cose razionali, oppure lo sono, ma una razionalità che nasce dall’amore di Dio « Altissimo »;

Publié dans:i santi |on 29 juin, 2007 |Pas de commentaires »

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...