Archive pour la catégorie 'gatti'

cats’ night song….. buonanotte da tutti i mici del mondo!

cats' night song..... buonanotte da tutti i mici del mondo! dans gatti 121551087_FAIRY_TALES

https://it.pinterest.com/pin/553661347913202955/

https://it.pinterest.com/pin/553661347913202955/

Tenerezza dentro un calzino (l’ho trovata quasi per caso…ma non è dolcissimo!?)

Tenerezza dentro un calzino (l'ho trovata quasi per caso...ma non è dolcissimo!?) dans a-mici 1381096917b214a

http://www.animalcomix.com/wp-content/uploads/2013/09/1381096917b214a.jpg

Publié dans:a-mici, gatti, gatti carini carini |on 3 janvier, 2016 |Pas de commentaires »

un micio che odora i fiori! che dolce questo micio qui!

un micio che odora i fiori! che dolce questo micio qui! dans gatti chat-et-fleurs

http://marlene245.centerblog.net/rub-image-pour-enfant–2.html#426393-1165

Publié dans:gatti, gatti simpaticissimi |on 26 novembre, 2015 |Pas de commentaires »

la passione dei mici per le scatole

la passione dei mici per le scatole dans a-mici

http://www.focusjunior.it/guardo-e-leggo/fotogallery/3430680-maru-il-gatto-che-sfidava-le-scatole#gallery-cms-library-photogallery-import-3430680-maru-il-gatto-che-sfidava-le-scatole/foto2

 

Publié dans:a-mici, gatti, gatti carini carini |on 19 octobre, 2015 |Pas de commentaires »

LINGUAGGIO FELINO : LE FUSA

http://moomylechat.altervista.org/linguaggio.htm

LINGUAGGIO FELINO : LE FUSA

Contrariamente a ciò che si possa immaginare, le fusa feline hanno molteplici significati.

Prima di tutto esse esprimono contentezza, serenità e stato di appagamento, infatti, le fusa dei gatti sono spesso accompagnate da un atteggiamento rilassato, con occhi socchiusi ed hanno la capacità di trasmettere le stesse sensazioni e lo stesso stato di benessere a chi li circonda. Non a caso, grazie a recenti studi, vengono considerate un ottimo « rimedio » allo stress.

Sicuramente si tratta della primissima forma di linguaggio fra la mamma e i suoi cuccioli, che poi il gatto adulto utilizzerà anche con l’uomo per dimostrargli il suo affetto.
Le fusa rappresentano quindi uno dei primi “dialoghi” tra mamma gatta e i suoi piccoli. La micia infatti inizia a fare le fusa durante il parto e poi i cuccioli appena nati avvertono le vibrazioni, insieme al calore del corpo, e riescono ad orientarsi raggiungendo il ventre materno per la poppata. Allo stesso modo i gattini, già dopo il secondo giorno di vita, ricambiano le fusa alla madre per comunicarle la propria presenza e la propria necessità di nutrimento e protezione.

Le ripercussioni dell’emissione delle fusa sono positive su tutto l’organismo del gatto: contribuiscono alla circolazione dell’aria nell’apparato respiratorio e a migliorare la circolazione del sangue in tutto il corpo.

Sembra che i gatti, mentre fanno le fusa, producano endorfine, sostanze prodotte dal cervello, dotate di proprietà tranquillizzanti simili a quelle della morfina e dell’oppio. Alcuni gatti, mentre fanno le fusa, sollevano la terza palpebra; altri « fanno la pasta », esibendosi in quel tipico movimento alternato delle zampe anteriori, come il gattino quando succhia il latte materno (infatti questo movimento viene detto anche « danza del latte »).

Ma un gatto purtroppo non fa le fusa solo per manifestare uno stato di benessere o di grande soddisfazione, infatti esse vengono emesse anche da soggetti malati o irrequieti. In questi ultimi casi è probabile che le fusa servono a calmare l’animale o siano una sorta di richiesta di aiuto.

Le fusa restano comunque ancora un mistero! Ancora non è chiaro come il gatto riesca a “produrre” le fusa, visto che i felini non sembrano possedere un organo dedicato esclusivamente ad esse.
L’ipotesi più diffusa suppone una contrazione molto rapida dei muscoli della laringe, che comprimerebbe e dilaterebbe la glotta facendo vibrare l’aria che passa. Secondo questa prima teoria, la più probabile, le fusa verrebbero dunque emesse dalla laringe, dal diaframma e dalle corde vocali.
Secondo un’altra teoria, le fusa sono dovute a vibrazioni della cassa toracica in seguito a turbolenze del sangue all’interno della vena cava.

Una cosa sola è certa, non è semplice non restare affascinati e non lasciarsi trasportare da questo dolce e delicato « ron-ron » che il nostro gatto produce per trasmetterci tutto il suo amore.

 

PABLO NERUDA – ODE AL GATTO

http://gattalilli.altervista.org/poesie.gatti.htm

PABLO NERUDA – ODE AL GATTO

Gli animali furono imperfetti, lunghi di coda, plumbei di testa.
Piano piano si misero in ordine, divennero paesaggio,
acquistarono néi, grazia, volo.
Il gatto, soltanto il gatto apparve completo e orgoglioso:
nacque completamente rifinito, cammina solo e sa quello che vuole.

L’uomo vuol essere pesce e uccello,
il serpente vorrebbe avere le ali,
il cane è un leone spaesato, l’ingegnere vuol essere poeta,
la mosca studia per rondine, il poeta cerca di imitare la mosca,
ma il gatto vuole solo esser gatto
ed ogni gatto è gatto dai baffi alla coda, dal fiuto al topo vivo,
dalla notte fino ai suoi occhi d’oro.

Non c’è unità come la sua,
non hanno la luna o il fiore una tale coesione:
è una sola cosa, come il sole o il topazio,
e l’elastica linea del suo corpo, salda e sottile,
è come la linea della pruna di una nave.
I suoi occhi gialli hanno lasciato una sola fessura
per gettarvi le monete della notte.

Oh piccolo imperatore senz’orbe, conquistatore senza patria,
minima tigre da salotto, nuziale sultano del cielo delle tegole erotiche,
il vento dell’amore all’aria aperta reclami quando passi e posi quattro piedi
delicati sul suolo, fiutando, diffidando di ogni cosa terrestre,
perché tutto è immondo per l’immacolato piede del gatto.

Oh fiera indipendente della casa, arrogante vestigio della notte,
neghittoso, ginnastico ed estraneo, profondissimo gatto,
poliziotto segreto delle stanze, insegna di un irreperibile velluto,
probabilmente non c’è enigma nel tuo contegno,
forse non sei mistero, tutti sanno di te
ed appartieni all’abitante meno misterioso,
forse tutti si credono padroni,
proprietari, parenti di gatti, compagni, colleghi,
discepoli o amici del proprio gatto.

Io no. Io non sono d’accordo. Io non conosco il gatto.
So tutto, la vita e il suo arcipelago, il mare e la città incalcolabile,
la botanica, il gineceo coi suoi peccati, il per e il meno della matematica,
gl’imbuti vulcanici del mondo, il guscio irreale del coccodrillo,
la bontà ignorata del pompiere, l’atavismo azzurro del sacerdote,
ma non riesco a decifrare un gatto.
Sul suo distacco la ragione slitta, numeri d’oro stanno nei suoi occhi.

Publié dans:gatti, POESIE |on 20 août, 2015 |Pas de commentaires »

bacetti tra…micetti!

bacetti tra...micetti! dans a. KISS 324538-cats-kitten-kiss

una meravigliosa isola di gatti in Giappone!

Image de prévisualisation YouTube
Publié dans:gatti, GATTI VIDEO |on 21 mai, 2015 |Pas de commentaires »

nel post l’hanno definito « un gatto dormiglione », non è bellissimo? assomiglia al mio Rudy!

nel post l'hanno definito

http://fos-ilaron.blogspot.it/2011/02/un-gatto-dormiglione.html

Publié dans:a-mici, gatti, gatti carini carini |on 8 avril, 2015 |Pas de commentaires »

Una storia d’amore gattosa / An adorable cats love story!

Image de prévisualisation YouTube
Publié dans:gatti |on 2 mars, 2015 |Pas de commentaires »
12345...22

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...