Archive pour la catégorie 'cose cattive'

sono qui…stanotte…con tanti pensieri e…

vorrei metterli in ordine, almeno di importanza, ma è difficile, affetti, cose belle che si vivono, insieme gente cattiva che sta amareggiando, per dir poco, me ed altri, sì gente cattiva, e la incontri quando meno te lo aspetti, quando meno penso che l’uomo non può essere così malvagio, ed invece sì lo è, isntivamente mi viene da reagire contro, poi mi accorgo che, se sono chiamata all’amore da Cristo, posso, sì posso è la parola giusta più che devo, reagire in modo buono, ma non so quale è;

che cosa si deve fare contro il male? sopportare? se non riguarda solo te no! parlare con le persone, no! si è oltre questa possibilità; il Papa stesso diverse volte riconosce l’importanza dell’uomo, e contro il male che gli uomini fanno contro gli altri uomini, a volte è solo possibile pregare anche se sembra che il male prevalga sempre, ma in un salmo è scritto che se vai all’altare di Dio sai che non è così;

capisco che è poosibile, sì è possibiel andare oltre il male, ma non è possibile a noi; c’è Sant’Agostino che scrive che Dio è più intimo all’uomo di se stesso, io capisco così, ossia in un modo molto concreto credo: che oltre il male, dentro, oltre del male,  oltre la morte, ora sto parlando della morte che a volte prende l’anima, c’è Dio;

che la sofferenza, il male la morte, stanno ad un livello intermedio ma più profondamente, e più in alto, c’è Dio; a volte mi fermo, ossia il Signroe mi concede di fermarmi e guardare e vedere qualcosa di Dio ed avere la pace, poi si ritorna alla vita di tutti i giorni, non dimentico Dio, ho sempre più nostalgia di lui, senza rifiutare quqesto mondo;

o forse spesso lo rifiuto, o stò rifiutando il male? non lo so so, è il limite dell’uomo, ma desidero Dio e disidero amare i fratelli, ossia tutti perché tutti lo siamo, ma non s, forse non riesco ad amare i fratelli che fanno del male;

non riesco a terminare questa riflessione, ci penso sopra;

Publié dans:boh!, cose belle, cose cattive, pensieri |on 16 septembre, 2008 |Pas de commentaires »

qualche notizia, qualche arrabbiatura, qualche cosa di buono

buona notte, come al solito scrivo molto tardi, anche perché a quest’ora ho fatto quasi tutto e mi sento un po’ più rilassata, ho avuto qualche problema in questi ultimi tempi, oltre quelli normali della giornata, oltre il caldo, il condominio: ossia un porblema, non voglio essere cattiva però mi stavo arrabbiando per certe persone, ora mi accorgo che stanno facendo un sacco di cose sbagliate, ossia…sto parlando di un negozio che…rom..p. veramente, ora sto aspettando, se nessuno gli da consigli fanno tutto da soli e…ciao…sto con la speranza che non ce la facciano, qui i negozianti se si basano solo sui turisti, anche se è una zona turistica, non ce la fanno, ossia senza i residenti non ce la fa nessuno, ho visto fallire delle buone ed avviate trattorie, e vicino San Pietro, perché avevano impostato il locale solo per i turisti, qui a Roma non funziona, devono essere genitli con i romani, con chi ci abita, anche perché i negozi ed i locali di ogni genere si sprecano e uno (io) se si scoccia, non ci va più e ciao, si va da un altro;

scusate non voglio essere cattiva ma è una cosa molto pesante, abbiamo protestato in tanti, ma la soluzione non è facile, l’unica  (e la migliore) è che….ciao;

sto continuando a fare delle fotografie con la mia nuova macchinetta, non so se sono buone, mi stanno arrivando dei consigli da altri, uno (fotografo amatoriale bravo) qui di vicino Roma, e uno negli USA (professionista e bravissimo, eccezionale);

io non voglio fare neppure fotografia amatoriale, solo qualcosa di bello che arricchisce la vita e, magari, si offre qualche bella foto agli altri, magari quando ho imparato;

buona notte, ciao, a risentirci, alla prossima volta, beh!!! notte!

il mio cuore questi giorni è con Papa Benedetto

scusate se non mi sono fatta sentire questi giorni o, perlomeno, poco, il mio cuore in questo momento è tutto per Papa Benedetto, nella gioia e nel dolore, non mi vengono parole basta vederlo, ascoltarlo, piangere anche sulla cattiveria umana 

 

 

Publié dans:cose cattive |on 16 janvier, 2008 |Pas de commentaires »

ho messo un articolo di Andrea Tornielli che ribatte alle cattive e malevole interpretazioni, in questo caso da parte inglese, ma ci sono anche da noi ed in Francia, sul « Motu Proprio » del Papa riguardo la liturgia

ho già postato alcuni articoli sui due Blog : quello francese e quello italiano, in entrambi ho messo un articolo di Andrea Tornielli (scritto su: « Il Giornale » ma che io ho ripreso dal sito ebraico: « Le nostre Radici) che ribatte alle cattive e malevole interpretazioni, in questo caso da parte inglese, ma ci sono anche da noi ed in Francia, sul « Motu Proprio » del Papa riguardo la liturgia, vorrei invitare, per coloro che non hanno chiaro il problema, ossia che qualcuno vuole porre come ennesimo attacco contro il  Papa, a leggere l’articolo di Tornielli, sul Blog italiano, non su quello francese dove il testo l’ho tradotto io facendo uno strappo alla regola perché normalmente evito di tradutte un testo importante in francese;

oggi non mi posso soffermare a scrivere qualcosa di me perché devo uscire tra poco, certo che queste mie chiacchiere, quasi tra me e me, ma che qualcuno ha la bontà di leggere, mi stanno aiutando ad uscire da me stessa, sì in un certo senso più di altre cose che faccio, che studio, che scrivo, sto mettendo il mio cuore, quello che è e quello che era, con le fragilità, le sciocchezze, i tentativi di avvicinarmi a Dio, di riuscire ad ascoltarlo;

 vorrei esortare, per quello che la mia modesta persona può, ad avere fiducia in questo Papa perché tutto quello che fa è dettato dall’amore, anzi dall’Amore, ho visto in varie parti su internet, ad esempio mi è capitato – perché mi arrivano gli « avvisi » di Google sul Papa, in  italiano e francese – sui gruppi che si formano sotto Google e sotto altri - poi naturalmente ognuno ha la libertà di esprimersi - dei discorsi con parole insultanti contro il Papa,

certo è giusto che ci sia libertà di espressione, ma l’insulto è qualcosa che squalifica e degrada la persona che lo pronuncia, io spero sempre che si possa arrivare ad un dialogo, ma a volte sembra che con alcuni non sia proprio possibile, ma non voglio essere pessimista, sono rimasta turbata, questo sì;

adesso vorrei cominciare a prepararmi per scendere, vi saluto con affetto ( a chi legge queste mie esternazioni) a domani,

Publié dans:cose cattive |on 6 juillet, 2007 |Pas de commentaires »

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...