Archive pour la catégorie 'cose belle'

stanotte ho sognato il Paradiso

stanotte ho sognato il Paradiso; veramente non ricordo tutto bene, mi è rimasta in mente l’immagine, c’era Gesù nel mezzo ed intorno tantissime persone, forse i santi, ma non ricordo se nel sogno li avevo identificati come tali; io però non ero in paradiso, ero, normalmente qui sulla terra, mi sembra che una persona, per qualche motivo, mi aveva condotto in Paradiso, ossia li vedevo, questo gruppo camminare verso di me; il resto non lo ricordo, ma era molto bello;

ve lo volevo raccontare, non è la prima volta che sogno qualcuno nel cielo, poi mi rimane l’immagine, qualche volta, raramente, quello che mi hanno detto; io spero che sia una cosa buona; se il Signore è un po’ più contento di me; non che io abbia fatto passi grandi verso di Lui, però, ultimamente, che sono stata male, anche ieri sera ho sfiorato il collasso – il fatto è che ho la pressione, sia massima che minima che saltano spesso, la sera prima avevo 95-99 di minima, ieri sera 61, ho telefonato alla dottoressa per domandargli come potevo rialzarla e come ricetta mi ha dato: mangia dei pezzi di parmigiano (uaooo!) bevi del vino rosso (ariuaoo), magari un po’ di prociutto (ariariuao!), stavo un po’ giù ma la ricetta mi è piaciuta veramente ed ha funzionato: la pressione si è rialzata velocemente – insomma, a parte l’intermezzo culinario, questi ultimi tempi sono stata male veramente ed ancora devo finire le analisi e sistemare un po’ il mio fisico che deve esser più matto di me; insomma, non che ho paura, ma cambia qualcosa, le cose che si sono vissute, soprattutto quelle negative, e che sembrano un masso enorme sopra la testa si rimpiccioliscono e si guarda più in grande e più in su e ci si sente più piccoli, forse più sicuri, forse quando ci si sente importanti il mondo si rimpiccolisce e finisce per crollarti sotto;

 avrei potuto abbracciare anche le persone che mi hanno fatto più del male, ma neanche per un perdono che ho  dato comunque, ma perché le vedi nella loro verità, nei loro limiti, ma anche nella loro grandezza di figli di Dio, di amati da Dio;

è un po’ che ho nel cuore questi pensieri e questa coscienza, cioè è prima coscienza di una realtà del mondo e delle persone che è diversa da quella che avevo prima, poi è anche preghiera che diventa nuova, forse più semplice, perché è più semplice pregare quando il masso delle sofferenze è sparito;

non lo so, forse il Signore mi vuole aiutare in questo momento difficile e mi fa vedere dei « frammenti » del cielo;

Publié dans:cose belle |on 15 novembre, 2007 |Pas de commentaires »
123

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...