Archive pour la catégorie 'chiacchiere'

ari-eccomi, sto un po’ meglio, stammattina sono andata…

a messa alla Basilica di San Clemente, sembre bellissima, dai banchi davanti praticamente ti trovi come all’interno del grande mosaico, bellissimo – poi vi metto qualche link che ne vale la pena, foto non se ne possono fare, meglio una chiesa non può diventare un museo – il sacerdote – frate domenicano – ha fatto prima la benedizione delle Palme, ossia degli ulivi nel bellissimo chiostro, poi siamo rientrati nella Basilica per la messa, c’era un cesto per i mazzi di ulivo molto, molto, grande ed il frate..celebrante… continuava a portare ancora cesti di rami di ulimo in continuazione, semplice e bella la celebrazione, così come sono loro: i frati; sono irlandesi, molto dolci, ma di quella dolcezza che ti metterebbe un po’ in soggezione se loro non fossero così semplici, la Basilica era strapiena, eravamo quasi « ammonticchiati » l’uno su l’altro, ma c’era una grande silenzio e partecipazione, una famigliola di padre, madre e due bambini, uno più grande, forse 12 anni circa, l’altro più piccolo 8 o 9 anni al massimo, durante la lunghissima lettura del vangelo la mamma gli ha fatto leggere tutto il vangelo, gli teneva il foglietto davanti e indicava con il dito le frasi per tutta la lettura ed il bambino era molto concentrato, bello veramente;

quando sono lontana da loro, come è accaduto in questo periodo che stavo molto male, mi mancano, ma poi quando li vedo, li incontro, certo qualcosa ci diciamo, ma è come se non ce ne fosse bisogno, tra di noi – non solo io, ma tutti quelli che frequentano la basilica – comprendiamo che non c’è bisogno di parole, che basta stare inseme per la celebrazione, basta poco, io credo che sia il vero affetto, quello che viene da Dio, che ci ha insegnato Gesù, se dovessimo incontare Gesù forse non avremmo bisogno di parole, è lui basta, qualcosa così;

mia sorella invece era andata alla Chiesa, vicinissima a San Clemente, bellissima anch’essa, dei Santissimi Quattro Coronati, poi ci incontriamo sul breve tratto di strada che divide la due Chiese;

ci siamo prese il nostro classico aperitivo, ossia ogni tanto ce lo prendiamo, è una trradizione che risale a papà, pe noi dopo la guerra, per papaà prima ancora, penso che posso scrivere il nome che non ha bisogno di pubblicità: un campari soda, noi lo chiamiamo il nostro « tiramisu »emoticone;

poi siamo andate a casa, avevamo preparato quasi tutto la sera prima, avevo scelto un vino del Friuli, ossia un Sauvignon del Friuli, era molto buono, non pesante, ma io ocmincio a non digerire più bene i vini ed i liguori…però mi rifaccio con i salumi…ehm!!!! Embarasse;

in questo periodo anche se ho lavorato tanto per i blog – anche perché vorrei recuperare un po’ di greco per il blog su san Paolo, ossia per la biblica, e magari qualcosina di ebraico, l’ho studiata, ma poco, è una lingua bellissima – mi embrava di essere inutile, ma è una forma di presunzione, quando c’è la luce vera, la « Luce Vera » ogni cosa che si fa ha senso;  

adesso ciao, vado a letto, micio dorme, prima ha fatto una « spanzata » di crocchette, mia sorella dorme, credo, qui nel condominio vanno a dormire tutti presto, noi simao le più ritardatarie, c’è ancoa qualche finestra accesa però, più lontano, non li ocnosco ma fanno compagnia;

mi scusate se c’è qualche errore ma ora ho proprio sonno, ciao;

beh! buonanotte!!!!!!!

Publié dans:chiacchiere, ciao |on 6 avril, 2009 |Pas de commentaires »

ciao, sto scrivendo poco questo periodo, forse sto tentandi parlare attraverso le immagini perché….mmm…non lo so…boh!…

metto questa immagine di Maria che mi sembra bellissima, lo presa qualche giorno fa dal solito sito: Santi Beati e Testimoni e l’ho messa da parte per farvela vedere;

ho visto che le ultime foto mie con Rudy sono scomparse, ho lasciato l’album foto di Flickr, non mi ci trovo…tipo…non per tutti certo..: »lo faccio strano! »…no…niente commenti…, oramai l’ho fatto, cancello? rimetto le foto da Pincasa;

questa immagine di Maria: « La chiave della porta del paradiso » mi sembra bellissima;

ciaoooooooooo;

ciao, sto scrivendo poco questo periodo, forse sto tentandi parlare attraverso le immagini perché....mmm...non lo so...boh!... dans che cretina! 10_4_07_icons_The%20Mother%20of%20God-Key%20to%20Door%20of%20Paradise
http://www.aidanharticons.com/religious_icons_painters.html

qualche notizia, qualche arrabbiatura, qualche cosa di buono

buona notte, come al solito scrivo molto tardi, anche perché a quest’ora ho fatto quasi tutto e mi sento un po’ più rilassata, ho avuto qualche problema in questi ultimi tempi, oltre quelli normali della giornata, oltre il caldo, il condominio: ossia un porblema, non voglio essere cattiva però mi stavo arrabbiando per certe persone, ora mi accorgo che stanno facendo un sacco di cose sbagliate, ossia…sto parlando di un negozio che…rom..p. veramente, ora sto aspettando, se nessuno gli da consigli fanno tutto da soli e…ciao…sto con la speranza che non ce la facciano, qui i negozianti se si basano solo sui turisti, anche se è una zona turistica, non ce la fanno, ossia senza i residenti non ce la fa nessuno, ho visto fallire delle buone ed avviate trattorie, e vicino San Pietro, perché avevano impostato il locale solo per i turisti, qui a Roma non funziona, devono essere genitli con i romani, con chi ci abita, anche perché i negozi ed i locali di ogni genere si sprecano e uno (io) se si scoccia, non ci va più e ciao, si va da un altro;

scusate non voglio essere cattiva ma è una cosa molto pesante, abbiamo protestato in tanti, ma la soluzione non è facile, l’unica  (e la migliore) è che….ciao;

sto continuando a fare delle fotografie con la mia nuova macchinetta, non so se sono buone, mi stanno arrivando dei consigli da altri, uno (fotografo amatoriale bravo) qui di vicino Roma, e uno negli USA (professionista e bravissimo, eccezionale);

io non voglio fare neppure fotografia amatoriale, solo qualcosa di bello che arricchisce la vita e, magari, si offre qualche bella foto agli altri, magari quando ho imparato;

buona notte, ciao, a risentirci, alla prossima volta, beh!!! notte!

non avevo niente da raccontare, ma poi…come al solito…

non ho niente di particolare da raccontare, però, questo, in un certo senso mi fa piacere, comincio a sentirmi più contenta delle cose che faccio, che ho, che mi arrivano, contenta di Dio, contenta di San Paolo (contenta che c’è questo Papa, ma….shhhh….non si può dire a tutti, so perché, perché, forse si ha l’impressione di avere un padre in un tempo in cui i padri non si fanno sentire molto, invece la paternità è molto importante) continuo, sto riscoprendo, ossia…sto cominciando a vedere la figura del Padre in un molo diverso, sarà che ristudiando San Paolo (sempre lui!) mi accorgo che alcuni passaggi non si capiscono con gli occhi di oggi, si capiscono considerando l’ambiente, la cultura, la famiglia come era allora, così si spiegano certe affermazioni di Paolo sulle quali oggi si discute tanto; il fatto è che il cosiddetto « femminismo », giusto per tantissimi versi, ha anche provocato – non so se è stato solo questo, ma anche – una caduta della figura paterna e questo non è bene; guardiamo a San Giuseppe è una figura quasi nascosta nei vangeli, eppure è lui il capo della famigliola di Narareth, il Padre è quello, è il modello, altrimenti non comprendiamo, come accade, neppure Dio che si è fatto chiamare Padre da noi, come Giuseppe a volte sembra in disparte, non si fa sentire, ma è lì sempre pronto, sempre attento a noi;

ma… mmmm (i francesi dicono mdr  per mmm, boh! vabbé!) io volevo parlare di qualcosa, ossia di niente, fare una chiacchierata, scrivere i pensieri che escono così dalla mente, nente di più, ma, come è normale (credo, se sono normale?) si accavallano pensieri diversi;

per esempio io spesso cerco dei sfondi per il computer, dei paesaggi, per esempio scrivo per la ricerca su immagini: sunset o sunset on Noth Pole, o Blue sunset ecc, poi magari l’inglese è sbagliato, ma scrivendo in inglese si trovano molte più immagini, gli americani per esempio hanno una passsione particolre per la fotografia, sono veramente professionisti, ne fanno tante e veramente belle; insomma ogni tanto ne prendo una che mi piace, poi con un photofiltre ci scrivo sopra il titolo e lo metto sul desktop; stanotte ho sognato un  posto non chiuso da palazzi come in città, come a Roma, ma aperto, tutto cielo e terra, come, più o meno nel paesaggio che ho messo ieri sul desktop;

anzi adesso lo metto sul mio album foto e ve lo faccio vedere, vado, ciao

Publié dans:chiacchiere, speranze |on 28 mars, 2008 |Pas de commentaires »

faccende di questa mattina, un raccontino così così

oggi, stavo un po’ arrabbiata, sono andata dal parrucchiere e, come tutte le donne, credo, poi sono uscita contenta, insomma è un raccontino così, un po’ scemo, ho gironzolato per casa tutta la mattina perché non avevo voglia di fare niente, poi alla fine mi sono data da fare a sistemare le piante in casa che avevano bisogno di cura, poi ho spostato qualche quadro, poi ho raddrizzato qualche quadro che sta sempre storto, anzi prima di tutto mi sono fatta il mio solito caffé con tre biscotti, tre perché mi sono impuntata così non so perché;

poi, anzi prima, mi sono andata a fare le abluzioni quotidiane, in quel momento, COME CAPITA SEMPRE, mi ha telefonato mia sorella che era uscita per raccontarmi quello che stava facendo, io ho sentito suonare il telefono mentre stavo con un piede nel lavandino naturalmente bagnato, mi sono asciugata un po’ in fretta e sono andata al telefono, LEI TRANQUILLA tanto stava al telefonino, IO IN MUTANDE, anzi almeno quelle perché non ero sotto la doccia, mi metto comunque a parlare tranquilla e poi mi accorgo che, stando seduta alla sedia davanti al tavolo dove sta il computer, dalle finestre degli appartamenti di fronte mi vedono, c’era una donna molto anziana che stava standendo i panni e, certo, mi stava guardando, non so se ha capito che almeno avevo le mutande, mi sono coperta un po’ con l’asciugameno che avevo in mano e quella è rientrata, boh!!! chissà che avrà pensato, penso niente di sconcio, non l’ho l’età, ma se lei si è scandalizzata, io ci ho riso come una matta per tutta la mattina;

io sono sempre stata così, quando ero piccola e andavo al mare con le altre ragazzine, loro – erano altri tempi – facevano le evoluzioni con gli asciugamani per coprirsi mentre si toglievano i vestiti per mettersi in costume, io mi spogliavo completamente e mi mettevo il costume senza problemi, ma eravamo tutte ragazzine, chissà se ero normale io o non ero normale io?

poi, appunto, sono andata dal parrucchiere, ossia sono tornata dal parrucchiere che è sotto casa perché è comodo e sono abbbastanza bravi, ci ero già andata ma erano stati pettegoli e poco gentili, stammattina c’erano tre persone giovani, un uomo, non proprio un ragazzo, ma giovane, e due ragazze, metre stavo aspettando tutti e tre uno dopo l’altro mi hanno offerto delle carammelle, mah! è la prima volta che mi capita, comunque doveva essere una gentilezza;

poi pranzo a casa;

poi ho seguito Rudy nel suo rito quotidiano – più volte al giorno – ossia mangia, poi chiede da bere, anzi se non mi sbrigo si inc…, poi, subito dopo, va al suo bagnetto, al suo WC e io dietro perché LUI da solo non fa niente, poi l’ho messo a letto, dorme in questo periodo di freddo su una poltrona CHE ERA MIA, si infila sotto una coperta che ho messo sulla poltrona per stare più al caldo e, forse, perchè al quel punto non vuole vederci più e neppure sentirci, gli rimboccato la coperta, SI GLI HO RIMBOCCATO LA COPERTA avete qualcosa da dire per caso????

abbiamo visto due telegiornali, era meglio se non li vedevamo, abbiamo letto il quotidiano, quello che abbiamo comperato oggi perché siamo sempre incerte su quale comperare (come se ce ne fosse uno meglio dell’altro);

poi siamo andate a dormire tutte e due, fine della mattina,

questo è tutto quello che mi viene da raccontare, niente di importante, beh ciao;

Publié dans:chiacchiere |on 13 février, 2008 |Pas de commentaires »

vado a dormire, zzzzzz…?….zzzzzz!!!!!

è qualche giorno che il server va un po’ lento e faccio fatica a postare, stasera, poi, si è interrotto diverse volte e non sono riuscita ad entrare, ci riesco adesso, ma manca qualcosa, sul forum mi hanno detto che c’è qualche problema, gli ho risposto: pazienza, i francesi hanno un pregio, sono sempre molto pazienti (io mica tanto, mi adatto), fra poco vado a dormire, presto, sto facendo due chiacchiere così prima di andare a dormire, nel senso io, wauuu! zzzzzz! ho un po’ di sonno, mia sorella dorme, il micio dorme, però con un occhietto solo, anzi tutti e due, ma come mi muovo li riapre tutti e due a « fessuretta » come quando ti vuole dire: « ti voglio bene, ti voglio bene, anche devo sempre avere pazienza con te », cioè lui con me e non ha tuti i torti, ora come spengo il computer se ne accorge dal suono di chiusura e poi facciamo i nostri « riti » pre-sonno imposti da lui, cioè se li è inventati, me li ha imposti e, secondo me ci si diverte un po’ tipo gatto di cenerentola;

beh!! zzzzzz!!! buona notte

Publié dans:chiacchiere |on 22 janvier, 2008 |Pas de commentaires »

varie: a Roma è arrivato l’autunno, abbiamo comperato un calendario con i gatti, bisogna fare il cambiamento di stagione;

finalmente a Roma è arrivato l’autunno, cioè, la mattina ci siamo svegliate con 15°, ci voleva almeno un golfino, poi a mezzogiorno faceva di nuovo caldo, è un tempo veramente strano, all’ora di pranzo è come in piena estate, io mi ricordo, non tantissimi anni fa che faceva freddo ed abbastanza, poi io mi ricordo la neve a Roma, ma i giovani credo che da noi non l’hanno mai vista, peccato, tutto sommato era bello vedere la città sotto la neve; l’acqua delle fontane formava delle stallattiti e delle stallagmiti, era bello, ora è bello lo stesso, però manca qualcosa, manca un ricambio di stagione;

abbiamo comperato un calendario, il primo calendario del 2008, tutto sui gatti, insieme al calendario ci hanno messo un libretto che parla di gatti, divertente e vero, proprio come sono loro; qualche volta Rudy mi fa arrabbiare perché miao, miao, si fa tutto quello che vuole lui, poi lo riguardo questo esserino nero (XXL per un gatto) e so che mi considera la mamma (c’è scritto anche sul libretto che i gatti considerano il padrone come la mamma), ma in fondo è così, gli animali rimandano i loro sentimenti ed il loro amore a sentimenti primordiali e famigliari: mamma, papà, fratellini, amici, il capo del gruppo (ma non i gatti), mi sembrano – specialmente in questo periodo in cui si sentono tante violenze e cattiverie- degli esserini semiperfetti, mi domando se il Signore quando ha creato gli animali ed i gatti in particolare non voleva metterci degli amici accanto, degli amici che avrebbero potuto insegnarci la lealtà, la fedeltà, la tenerezza, la verità, perché sì gli animali vivono nella verità anche se noi mentiamo;

non ho molto da raccontare, il tempo è cambiato e bisogna fare i primi cambiamenti di stagione: vestiti, scarpe, stirare, lavare, vedere se c’è qualcosa da butttare e vedere se c’è qualcosa da comperare, cose solite, ma che vanno fatte, insomma le cose semplici, che spesso appaiono noiose, ma che fanno parte della nostra vita della nostra vita;

ciao ciao,

Publié dans:chiacchiere |on 16 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

quando combino qualcosa sono più contenta

oggi sto un po’ meglio, il mio medico mi ha cambiato la pasticca per la pressione, ci vuole qualche giorno perché faccia tutto il suo effetto, ma pazienza, oggi ho fatto diverse cose e quando combino qualcosa sono più contenta, non fare tanto per fare, quando faccio qualcosa, piccola o grande che sia, ma che mi sembra bella;

forse ho pregato un po’ meno perché facevo fatica a fare tutto, cioè non ho fatto il breviario, ma ho pregato dentro di me, un po’ il salmo 85, è molto bello (tutti daltronde), ma era andatto in un momento di difficoltà, è l’invocazione a Dio di uno che soffre, c’è sicuramente tante gente che soffre più di me, ma la preghiera va sempre bene, a Dio è gradita;

dal Blog francese mi arrivano diverse lettere, alcune solo con una preghiera per qualcuno, mi sto comincindo a sentire un santuario, ma non lo sono, ho le mie debolezze, le arrabbiature, le inc…, quando sento rumori troppo forti, ho un udito temo superiore alla media, forse soprattutto per le tonalità medio alte, così sento tutto in modo forse più forte del normale, il palazzo in cui vivo sembra la Fabbrica di San Pietro (sapete cos’è vero?); a per quanto riguarda le preghiere ho messo il link  alla pagina dove si trovano i commenti e dove mi scrivono le preghiere , ho messo il link in « pages » così forse qualcuno prega con questi fratelli econ me;

i rumori: prima un lavoro, poi un altro, poi arriva un nuovo inquilino e ricambia la casa, rumore di trapani, rumore di quei cosi che tagliano il marmo, martelli, arrotatura dei pavimenti, in compenso quella signora che gridava sempre sembra che stia meglio, è stato chiamato un medico specialista, forse sta cominciando a riuscire ad aiutarla, devo dire che nel condominio c’è stata molta comprensione per lei e molta pazienza, non tutti sono cattivi, come certe volte appare;

io con il mio udito sento tutto tutto, esempio le campane: da tutta casa, ma soprattutto dalla cucina sento forte le campane della Basilica di San Giovanni in Laterano, ma quelle sono forti e sono vicine, cioè al di là dell’ala del palazzo che mi divide da San Giovanni; poi ci sono, abbastanza vicini e abbastanza forti, le campane della Basilica di Sant’Antonio a via Merulana, anche quelle un buon udito è normale le senta; poi sento le campane molto più alte di tonalità della Parrocchia di San Marcellino, è un po’ più lontana, però le sento, tenendo conto che sono comunque al centro di Roma; poi sento delle campane, che sono chiaramente più lontane, hanno una tonalità alta e provengono, seguendo il mio udito, dalla strada di San Giovanni, ossia in direzione della strada che va al Colosseo; l’uniche possibili sono quelle del Convento di Clarisse dei SS. Quattro Coronati, che è abbastanza lontana, ma non ce ne sono altre che mi sembra possibile che possa udire, la Basilica di San Clemente è sullo stesso percorso, ma è più bassa, è inverosimile che la possa sentire; insomma vi faccio un po’ di chiacchiere così, è anche tardi, tanto  raccontare le piccole cose della giornata,

ciao a tutti e buona notte o buon risveglio e buon lavoro, buon viaggio per i pendolari, ecc. ecc.,  

Publié dans:chiacchiere |on 13 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...