LINGUAGGIO FELINO : LE FUSA

http://moomylechat.altervista.org/linguaggio.htm

LINGUAGGIO FELINO : LE FUSA

Contrariamente a ciò che si possa immaginare, le fusa feline hanno molteplici significati.

Prima di tutto esse esprimono contentezza, serenità e stato di appagamento, infatti, le fusa dei gatti sono spesso accompagnate da un atteggiamento rilassato, con occhi socchiusi ed hanno la capacità di trasmettere le stesse sensazioni e lo stesso stato di benessere a chi li circonda. Non a caso, grazie a recenti studi, vengono considerate un ottimo « rimedio » allo stress.

Sicuramente si tratta della primissima forma di linguaggio fra la mamma e i suoi cuccioli, che poi il gatto adulto utilizzerà anche con l’uomo per dimostrargli il suo affetto.
Le fusa rappresentano quindi uno dei primi “dialoghi” tra mamma gatta e i suoi piccoli. La micia infatti inizia a fare le fusa durante il parto e poi i cuccioli appena nati avvertono le vibrazioni, insieme al calore del corpo, e riescono ad orientarsi raggiungendo il ventre materno per la poppata. Allo stesso modo i gattini, già dopo il secondo giorno di vita, ricambiano le fusa alla madre per comunicarle la propria presenza e la propria necessità di nutrimento e protezione.

Le ripercussioni dell’emissione delle fusa sono positive su tutto l’organismo del gatto: contribuiscono alla circolazione dell’aria nell’apparato respiratorio e a migliorare la circolazione del sangue in tutto il corpo.

Sembra che i gatti, mentre fanno le fusa, producano endorfine, sostanze prodotte dal cervello, dotate di proprietà tranquillizzanti simili a quelle della morfina e dell’oppio. Alcuni gatti, mentre fanno le fusa, sollevano la terza palpebra; altri « fanno la pasta », esibendosi in quel tipico movimento alternato delle zampe anteriori, come il gattino quando succhia il latte materno (infatti questo movimento viene detto anche « danza del latte »).

Ma un gatto purtroppo non fa le fusa solo per manifestare uno stato di benessere o di grande soddisfazione, infatti esse vengono emesse anche da soggetti malati o irrequieti. In questi ultimi casi è probabile che le fusa servono a calmare l’animale o siano una sorta di richiesta di aiuto.

Le fusa restano comunque ancora un mistero! Ancora non è chiaro come il gatto riesca a “produrre” le fusa, visto che i felini non sembrano possedere un organo dedicato esclusivamente ad esse.
L’ipotesi più diffusa suppone una contrazione molto rapida dei muscoli della laringe, che comprimerebbe e dilaterebbe la glotta facendo vibrare l’aria che passa. Secondo questa prima teoria, la più probabile, le fusa verrebbero dunque emesse dalla laringe, dal diaframma e dalle corde vocali.
Secondo un’altra teoria, le fusa sono dovute a vibrazioni della cassa toracica in seguito a turbolenze del sangue all’interno della vena cava.

Una cosa sola è certa, non è semplice non restare affascinati e non lasciarsi trasportare da questo dolce e delicato « ron-ron » che il nostro gatto produce per trasmetterci tutto il suo amore.

 

Publié dans : a-mici, gatti, gatti - saperne qualcosa di più |le 26 septembre, 2015 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...