Il giardino biblico, l’albero di Giuda

http://www.cortonacristiana.it/le-attivita/il-giardino-biblico

IL GIARDINO BIBLICO

Osservate bene l’albero del fico e le altre piante (Lc 21, 29). L’invito di Gesù ad osservare le piante per avvicinarsi a Dio, è rivolto soprattutto a noi che trascorriamo gran parte della nostra vita al chiuso e spesso non ci accorgiamo che il mandorlo è in fiore o l’abete ha prodotto nuovi germogli. Quando siamo a stretto contatto con la natura, acquisiamo maggiore capacità d’ascolto, riscopriamo le cose essenziali, ci avviciniamo di più a Dio.

Apologo
Giudici 9, 7-15
Ma Iotam, informato della cosa, andò a porsi sulla sommità del monte Garizim e, alzando la voce, gridò: “Ascoltatemi, signori di Sichem, e Dio ascolterà voi! Si misero in cammino gli alberi per ungere un re su di essi. Dissero all`ulivo: Regna su di noi. Rispose loro l`ulivo: Rinuncerò al mio olio, grazie al quale si onorano dei e uomini, e andrò ad agitarmi sugli alberi? Dissero gli alberi al fico: Vieni tu, regna su di noi. Rispose loro il fico: Rinuncerò alla mia dolcezza e al mio frutto squisito, e andrò ad agitarmi sugli alberi? Dissero gli alberi alla vite: Vieni tu, regna su di noi. Rispose loro la vite: Rinuncerò al mio mosto che allieta dei e uomini, e andrò ad agitarmi sugli alberi? Dissero tutti gli alberi al rovo: Vieni tu, regna su di noi. Rispose il rovo agli alberi: Se in verità ungete me re su di voi, venite, rifugiatevi alla mia ombra; se no, esca un fuoco dal rovo e divori i cedri del Libano.
Con l’apologo di Iotam, ultimo figlio di Gedeone, la parabola degli alberi che si mettono in viaggio per eleggere un re – si esprime una critica al regime monarchico considerato “inutile e dannoso” come il rovo che non offre ombra per ripararsi, ma alimenta il fuoco distruttore (Gdc 9,7-20) (Fabbris). Il brano che viene presentato costituisce, forse, una delle pagine meno note della Bibbia, eppure la sua forza e la sua pungente ironia risultano di un’attualità straordinaria. L’olivo e il rovo, il fico e i cedri del Libano, la vite e gli alberi trovano posto in questa antica poesia ebraica, in cui risuona un dialogo antico e pur attuale: essere oppure apparire? Il rifiuto da parte dei migliori candidati (l’olivo, il fico, la vite) è motivato dal desiderio di non perdere la propria natura, il proprio vero dono; la inadeguatezza minacciosa del rovo a regnare sugli alberi esprime la superficialità di chi, non conoscendosi, offre una disponibilità inconsistente e pericolosa. Potremmo continuare la nostra riflessione chiedendoci: cosa è l’autorità, cosa è il servizio? Nelle nostre relazioni a chi sorridiamo con sincerità, con chi stiamo volentieri? Non è forse vero che avvertiamo benevolo e piacevole chi, non camuffatosi, si mette in gioco per ciò che è veramente?

Il giardino biblico, l'albero di Giuda dans Bibbia (dalla) cose curiose e belle albero_di_giuda_big1-150x150

Albero di Giuda Cercis siliquastrum L. – Fam. Leguminosae

Matteo 27,3-5
Allora Giuda, il traditore, vedendo che Gesù era stato condannato, si pentì e … gettate le monete d’argento nel tempio si allontanò e andò ad impiccarsi.
Una leggenda medioevale collega questa pianta con il bacio di Giuda a Gesù e con la successiva impiccagione. Benché non vi sia nessun motivo per ritenere questa associazione storicamente attendibile, i fiori rossi che ricoprono interamente i suoi rami al tempo della fioritura, ancor prima che compaiano le foglie, ci ricordano il sangue innocente di Gesù che ha dato la sua vita per amore di ciascuno di noi. Questo albero può essere per noi un segno della gratuità della misericordia del Signore, che Giuda non è riuscito a riconoscere.
Curiosità
Si narra che su quest’albero si impiccò Giuda dopo aver tradito Gesù e i suoi tronchi contorti vengono attribuiti a quell’episodio. Secondo altre leggende i fiori del siliquastro rappresenterebbero le lacrime di Cristo e il loro colore simbolizzerebbe la vergogna per la perfidia di Giuda. I fiori dell’albero di Giuda, di un gradevole sapore piccante, si possono aggiungere alle insalate o friggere in pastella; i boccioli si prestano ad essere conservati in salamoia o sotto aceto, come capperi.
Informazioni
L’albero di Giuda, detto anche siliquastro, è un piccolo albero alto sino a 8 (15 m) o, più spesso, un arbusto. E’ originario dell’Asia occidentale e minore; ha una larga distribuzione nei paesi mediterranei dai Balcani alla Spagna. E’ molto diffuso in Valnerina, tanto che durante la fioritura vivacizza l’ambiente con il colore rosso-porporino.

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...