Archive pour août, 2011

Raffaello : la creazione degli animali

Raffaello : la creazione degli animali dans immagini sacre RaffaelloCreazioneAnimali

http://www.conmaria.it/Bibbia_illustrata/01genesi/RaffaelloCreazioneAnimali.jpg

Publié dans:immagini sacre |on 31 août, 2011 |Pas de commentaires »

Micio e Furetto…quanto sono carini

Micio e Furetto...quanto sono carini dans animali ed animaletti furetto24

http://www.aaeweb.net/galleria/galleriafuretto2.htm

domani festa di Sant’Agostino – immagine e uno dei passaggi più belli dalle « Confessioni »

domani festa di Sant'Agostino - immagine e uno dei passaggi più belli dalle

SANT’AGOSTINO, CONFESSIONI X, 27-38

Tardi t’amai, bellezza infinita,
tardi t’amai, tardi t’amai,
bellezza così antica e così nuova.

1. Eppure, Signore,
tu eri dentro me,
ma io ero fuori;
deforme com’ero,
guardavo la bellezza del tuo creato.

Tardi t’amai, bellezza infinita,
tardi t’amai, tardi t’amai,
bellezza così antica e così nuova.

2. Eri con me,
e invece io, Signore,
non ero con Te;
le tue creature mi tenevano lontano,
lontano da Te.

Tardi t’amai, bellezza infinita,
tardi t’amai, tardi t’amai,
bellezza così antica e così nuova.

3. Tu mi chiamasti,
e la Tua voce
squarciò la mia sordità;
Tu balenasti
e fu dissipata
la mia cecità.

Tardi t’amai, bellezza infinita,
tardi t’amai, tardi t’amai,
bellezza così antica e così nuova.

 4. Tu esalasti
il dolce Tuo profumo
ed ho fame e sete di Te;
mi hai toccato:
ecco ora io anelo
alla Tua pace.

Tardi t’amai, bellezza infinita,
tardi t’amai, tardi t’amai,
bellezza così antica e così nuova 

Publié dans:immagini sacre, santi |on 27 août, 2011 |Pas de commentaires »

BRADIPO

BRADIPO  dans A. primati npl_01009369_media_352561

Questo bradipo tridattilo (Bradypus variegatus), che abita in Brasile, senz’altro non avrà avuto problemi a trovare una « casa ». A rimediargli una sistemazione ci avrà sicuramente pensato la mamma. Al termine dello svezzamento, infatti, quando il piccolo ha circa sei mesi, mamma bradipo si trasferisce su un nuovo albero, lasciando in eredità al figlio quello su cui abitavano insieme. Così il giovane bradipo può finalmente godersi un po’ di libertà.
Scopri perché il bradipo è considerato l’animale più pigro del mondo.

Publié dans:A. primati |on 26 août, 2011 |Pas de commentaires »

una tigre siberia vuole coccole…chi ci va?

una tigre siberia vuole coccole...chi ci va? dans animali grandi, grandi (wow!) fo_gallery_4cc5855a8e63f_Coccole.Vogliamo.tutti.coccole
http://www.nikonclub.it/forum/lofiversion/index.php/t190920.html

Publié dans:animali grandi, grandi (wow!) |on 25 août, 2011 |Pas de commentaires »

è un enorme coccodrillo, si chiama « Pocho » e si fa fare le coccole (sul sito del Dailymail – link – belle foto e racconto, inglese non difficile)

è un enorme coccodrillo, si chiama

http://crocomania.splinder.com/tag/cocco-news

http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2009/08/16/article-1206872-0613A098000005DC-294_634x607.jpg

Publié dans:animali grandi, grandi (wow!) |on 24 août, 2011 |Pas de commentaires »

ER ZAGRIFIZZIO D’ABBRAMO (GIUSEPPE GIOACHINO BELLI)

dal sito:

http://roma.andreapollett.com/S8/roma-b3i.htm#bib

ER ZAGRIFIZZIO D’ABBRAMO

GIUSEPPE GIOACHINO BELLI

sonetti

Roma, 16 gennaio 1833

I

La Bibbia, ch’è una spece d’un’istoria,
Dice che ttra la prima e ssiconn’arca
Abbramo vorze fà da bon patriarca
N’ojocaustico a Dio sur Montemoria.

Pijò dunque un zomaro de la Marca,
Che ssenza comprimenti e ssenza boria,
Stava a pasce er trifojo e la cicoria
Davanti a casa sua come un monarca.

Poi chiamò Isacco e disse: « Prepara una fascina,
Pija er marraccio, carca er zomarello,
Chiama er garzone, infilete er corpetto,

Saluta mamma, cercheme er cappello;
E annamo via, perché Dio benedetto
Vò un zagrifizzio che nun pòi sapello ».

II

Doppo fatta un boccon de colazzione
Partirno tutt’e quattro a giorno chiaro,
E camminorno sempre in orazzione
Pe quarche mijo ppiù der centinaro.

« Semo arrivati: alò », disse er vecchione,
« Incollete er fascetto, fijo caro »:
Poi, vortannose in là, fece ar garzone:
« Aspettateme qui voi cor zomaro ».

Saliva Isacco, e diceva: « Papà,
Ma diteme, la vittima indov’è ? »
E lui j’arisponneva: « Un po’ ppiù in là ».

Ma quanno finarmente furno sù,
Strillò Abbramo ar fijolo: « Isacco, a tte,
Faccia a tterra: la vittima sei tu ».

III

« Pacenza », dice Isacco ar zu’ padraccio,
Se butta s’una pietra inginocchione,
E quer boja de padre arza er marraccio
Tra cap’e collo ar povero cojone.

« Fermete, Abbramo: nun calà quer braccio »,
Strilla un Angiolo allora da un cantone:
« Dio te vorze provà co sto setaccio… »
Bee, bee… Chi è quest’antro! è un pecorone.

Inzomma, amici cari, io già sso’ stracco
D’ariccontavve er fatto a la distesa.
La pecora morì: fu sarvo Isacco:

E quella pietra che m’avete intesa
Mentovà ssur più bello de l’acciacco,
Sta a Roma, in Borgo-novo, in d’una chiesa.

======================

L SACRIFICIO D’ABRAMOI

La Bibbia, che è una specie di storia,
Dice che tra la prima e la seconda arca [1]
Abramo volle fare da buon patriarca
Un olocausto a Dio sul Monte Moria. [2]

Prese dunque un asino delle Marche,
Il quale senza complimenti e senza boria,
Stava pascendo il trifoglio e la cicoria
Davanti a casa sua, come un monarca.

Poi chiamò Isacco e disse: « Fai un fascetto,
Prendi il coltello, carica l’asinello,
Chiama il garzone, infilati il giubbetto,

Saluta mamma, cercami il cappello;
E andiamo via, perché Dio benedetto
Vuole un sacrificio che non ti è dato di conoscere ».

[1] · La prima arca è quella di Noè, riferita
al diluvio universale; la seconda è l’Arca
dell’Alleanza, di Mosè.
[2] · Monte presso Gerusalemme.

II

Dopo fatta un po’ di colazione
Partirono tutti e quattro all’alba,
E camminarono sempre in preghiera
Per un po’ più di cento miglia.

« Siamo arrivati: dài », disse il vegliardo,
« Prendi in braccio la fascina, figlio caro »:
Poi, voltandosi in là, disse al garzone:
« Voi aspettatemi qui con l’asino ».

Saliva Isacco, e diceva: « Papà,
Ma ditemi, la vittima dov’è? »
E lui gli rispondeva: « Un poco oltre ».

Ma quando finalmente furono sù,
Abramo gridò al figliolo: « Isacco, a te,
Faccia in terra: la vittima sei tu ».

III

« Pazienza », dice Isacco al suo crudele padre,
Si butta su una pietra inginocchiato,
E quel padre malvagio alza il coltello [1]
Tra capo e collo del povero sempliciotto.

« Fermati, Abramo: non calare quel braccio »,
Strilla allora un Angelo da un angolo:
« Dio ti volle provare con questo setaccio… » [2]
Bee, bee… Chi è quest’altro! è una grossa pecora.

Insomma, amici cari, io già son stanco
Di raccontarvi il fatto per esteso.
La pecora morì: fu salvo Isacco:

E quella pietra che mi avete udito
Menzionare sul più bello del sopruso,
Sta a Roma, in Borgo Nuovo, in una chiesa. [3]

——————————–

[1] · Nel dialetto romano, boja è soprattutto
usato nel senso di « malvagio », « perfido ».
[2] · Ti volle mettere alla prova, metaforicamente,
come si passava al setaccio la farina.
[3] · La chiesa era S.Giacomo Scossacavalli, che
sorgeva nell’antico quartiere di Borgo Nuovo, demolito
negli anni ’30 per realizzare l’attuale via della
Conciliazione.

Publié dans:poesia romanesca |on 24 août, 2011 |Pas de commentaires »

Flowering now – Teucrium chamaedrys, Wall Germander

Flowering now - Teucrium chamaedrys, Wall Germander dans fiori e piante teucrium_chamaedrys_110a

http://www.floralimages.co.uk/flnow.php?start=1

Publié dans:fiori e piante |on 21 août, 2011 |Pas de commentaires »

Polar Bear Swimmer in cool water (guardate la foto originale in grande è da mozzafiato, ho messo il link)

Polar Bear Swimmer in cool water (guardate la foto originale in grande è da mozzafiato, ho messo il link) dans animali grandi, grandi (wow!) polar_bear_is_swimming_in_cold_water_wallpaper

http://www.animals-wallpaper.com/user-content/uploads/wall/o/19/polar_bear_is_swimming_in_cold_water_wallpaper.jpg

http://www.animals-wallpaper.com/wallpaper/polar-bear-swimmer_w62.html

Publié dans:animali grandi, grandi (wow!) |on 19 août, 2011 |Pas de commentaires »

Fontana di piazza San Pietro in controluce – a Roma (e centro sud) stiamo letteralmente…cuocendo a fuoco lento…una doccia?

Fontana di piazza San Pietro in controluce - a Roma (e centro sud) stiamo letteralmente...cuocendo a fuoco lento...una doccia? dans CALDO BOLLENTE... 1244644392407_10

http://www.kataweb.it/multimedia/media/6372673/9

Publié dans:CALDO BOLLENTE... |on 18 août, 2011 |Pas de commentaires »
123

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...