ho un tale sonno che praticamente sto scrivendo ad occhi chiusi…c’è qualcuno che stà sbadigliano come me però! lo sai che lo sbadiglio è contagioso! piantala!

ho un tale sonno che praticamente sto scrivendo ad occhi chiusi...c'è qualcuno che stà sbadigliano come me però! lo sai che lo sbadiglio è contagioso! piantala! dans gatti funny-cats-a10

http://funny-cats.blogspot.com/

questa sera ho veramente molto sonno, a quest’ora  (23,40 opra 0,o4) normalmente sto sveglia come un grillo, invece oggi mi sto addormentando da per tutto, sulla pltrona, sulla sedia davanti alla televisione, sopra la cena, spero non addormentarmi davanti al computer prima di finire e di chiuderlo;

forse questo post lo metto sopra « speranze » non ho molto da raccontare, tuttavia mi sembra che sto camminando, ossia che il camminare nella vita ha un senso, un significato, che le persone che si incontrano, anche quelle per la strada, ci dicono qualcosa con la loro presenza, con il modo di fare, con il caos, oggi Roma è praticamnete assediata, ci sono i turisti normali che sono già tantissimi, devono esserci ancora quelli venuti da Manchester, in più tutti quelli venuti per la memoria di Papa Giovanni Paolo II che sono tantissimi, in più vedo tantissime scolaresche sia italiane, sia straniere, io abito al centro e quando esco di casa a volte devo aspettare la fiumana di turisti che passano perché ci sono dei gruppi vermaente molto numerosi, penso che vengono da lontano, ossia non dalle nazioni più vicine perché è come se avessero paura di perdersi;

gli americani solitamente grassi e caciaroni, i tedeschi oramai non si riconoscono più sono abituati  e fanno in genere le stesse cose che facciamo noi, gli inglesi abbastanza, gli spagnoli fanno sempre un po’ di caciara ma un po’ meno di una volta, i francesi praticamente indistinguibili dagli italiani, sono molti mi sembra, ma non si capisce quanti sono, non parlano mai ad alta voce sono gentili e hanno l’atteggiamento come fossero sempre stati a Roma; si distinguono di più quelli che vengono dall’est Europa, l’altro ieri siamo andate a mangiare una pizza in un ristorante che sappiamo che la fanno bene, fina come si fa a Roma, è un posto non lontano dal Colosseo e vicino alla Basilica di San Clemente frequentato soprattutto da inglesi e americani;  eravamo andate a mangiare la pizza tonda bella fina fina come si fa a Roma, saporita ma non salata, ed avevamo trovato un tavolino libero niente male, dentro il ristorante, ma paticamente sulla porta e c’era un aria primaverile fantastica…però…però…vicino a noi c’era una coppia che ci ha fatto impazzire; dovevano essere dell’est Europa prché è come se vedessero per la prima volta gli spaghetti in vita loro, ossia lei aveva ordinato gli spaghetti lui, più facile, aveva ordinato la pizza; lei non sapeva come fare a mangiare la pasta, ma passi perché non è facile, però ha cominciato a tagliarla con il coltello non a pezzi grandi ma triturando gli spaghetti in pezzetti microscopici, la stava distruggendo, a noi a vedere gli spaghetti rovinati così cominciavamo a stare sul disperato, quando è intervenuto il marito (presumo) e si sono scambiati i piatti lui, più esperto, li ha triturati solo SOLO di un paio di centimenti ( non di più); normalmente i turisti che vengono dall’Europa mangiano gli spaghetti facendo del loro meglio, facendo delle evoluzioni fantastiche con gli spaghetti e scherzandoci sopra ridendo di gusto, come è normale, perché si sentono a casa;

poi abbiamo comperato delle piantine nuove per il balconcino, due vasetti di fiori ed un pianta; insomma anche questo fa parte della vita quotidiana, come fare la spesa, fare una passeggiata, leggere un giallo di Agata Christie (mia sorella) di lavorare al computer (io) di svegliarmi la mattina alle 5,30 perchè vuole le coccole E NIENTE ALTRO, CHI? MA CHI! LUI RUDY, SI MI SVEGLIA LA NOTTE PERCHÉ VUOLE LE COCCOLE, spero che sia stato un « attacco di coccolite acuta momentaneo » perché se mi sveglia stanotte lo faccio nero…ossia…È NERO…sta diventando sempre più coccolone e viziato, mia sorella dice che l’ho viziato io…sarà così? boh! (credo si…!!!)

insomma volevo mettere questo post sotto « speranze » e forse ce lo metto lo stesso anche se nella mente passano tante altre cose, ma tutto sommato anche queste fanno parte di una vita che…cammina, no?

Publié dans : gatti, stanotte |le 6 avril, 2008 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...