Archive pour le 17 mars, 2008

oramai la domenica delle Palme è passata da un ora, ed è già lunedì santo, ma una immagine la posso mettere lo stesso, è bella no?

oramai la domenica delle Palme è passata da un ora, ed è già lunedì santo, ma una immagine la posso mettere lo stesso, è bella no? dans immagini sacre

http://santiebeati.it/immagini/?mode=album&album=20254&dispsize=Original

Publié dans:immagini sacre |on 17 mars, 2008 |Pas de commentaires »

mi sembra di essere nuova…sto lavorando in un modo diverso…un incontro strano

questi giorni li ho passati preoccupandomi di diverse cose, pensando a diverse cose, molto a questo nuovo Blog su San Paolo, forse l’ho già raccontato quanto mi è stato vicino Paolo nei momenti difficili della mia vita, e come è ancora, sempre, presente; però è stato diverso dal solito, avevo chiuso il Blog perché c’erano troppi problemi ed il più serio è quello del copyright, poi sono passati pochi giorni e mi sono sentitta spinta ad aprirne un altro, simile al primo e diverso, cercando di presentare San Paolo per quello che è: vivo, non un morto che magari è vivo non si sa dove, sapevo che c’erano tante difficoltà, ma ho continuato a pensare che San Paolo mi avrebbe aiutato, e, forse, anche se sono pochi giorni, è così, sto imparando a parlarne, mi vengono in mente cose diverse che si possono fare, piano, piano certo, poi trovo, dove forse avrei dovuto sapere che c’erano degli scritti su Paolo, dove non avevo pensato, stralci presi da discorsi, scritti, catechesi del Papa, vecchi studi, preghiere; vorrei poter mettere meglio tutti i luoghi dove è passato nei viaggi missionari, ma come materiale fotografico e anche mappe c’è poco, ma non dispero continuando a cercare troverò qualcosa, forse nelle agenzie di viaggi per la Terra Santa, in Turchia; il Nunzio Apostolico in Turchia è stato mio professsore, una persona carinissima, preparatissimo, umile, vorrei tanto rivederlo, chissà è difficile;

è come se mi fosse venuto un coraggio che io non ho, ho scritto a persone che non conosco personalmente, a cardinali, in Turchia, dovunque mi è sembrato di trovare qualcosa, come se, cioè è così, San Paolo è al di sopra di tutto e di tutti, come se i problemi di questo mondo mi si chiarissero, diventassero più accettabili, come se i fatti della vita, quelli che sembrano tanto importanti si ridimensionassero;

volevo parlare di più cose, ma dentro la testa e al cuore ci sono le persone con le quali ho parlato, persone alle quali ho scritto, persone che avevo perso di vista e che ho ritrovato, porte chiuse – quelle che nella vita si chiudono o chiudiamo per delusione o per rabbia – che si sono riaperte;

ieri ho fatto una passeggiata con mia sorella vicino San Pietro, ad un certo punto ho visto delle persone – stranieri ma non capivo bene da dove venissero, che sembrava stesso prendendo in giro pesantemente una persona seduta in terra che chiedeva l’elemosina, questa era vestita benino, ma si sa a Roma, magari con l’usato ci si può vestire decentemente con pochi euro; insomma ragazzini che ridevano che saltavano,  una cosa che se fosse stata vera sarebbe stata allucinante, noi abbiamo protestato ad alta voce, minacciando di chiamare anche i carabinieri, ma erano strani; abbiamo girato sulla strada vicina e stavamo allontanandoci perché non si sapeva che fare, poi mia sorella gli ha chiesto di dove venissero – bruscamente – hanno detto qualcosa che non abbiamo capito, ho tentato la domanda in inglese (che non conosco) ma la risposta che non capivo conteneva delle parole francesi, allora ancora più meravigliata gli ho chiesto (in francese che conosco) se parlassero francese, mi hanno guardata meravigliati (loro stavolta) io l’ho ridomandato ad alta voce temendo che queste persone sgradevoli fossero francesi, allora dal gruppo che stava andando avanti è tornato indientro un uomo verso di me e  – sempre in francese - mi ha detto: sono francese, quella (sottinteso in frncese) è mia moglie – ed era colei che stava facendo finta di chiedere l’elemosina – a quel punto però avevo capito – al che gli ho risposto: avevo capito, poi, il tutto sempre in francese, gli ho detto, più o meno: ci sono persone che chiedono l’elemosina veramente qui intorno, persone povere che chiedono l’elemosina, non va bene prenderle in giro, a questo punto lui – il francese – mi ha detto: ho capito e poi scusi, poi mi ha dato la pace di Cristo e io gli ho dato la pace: È LA PRIMA VOLTA CHE MI INC…ARRABBIO IN FRANCESE; poi non sono sicura che erano tutti francesi, mi è sembrato che lui e forse la moglie facessero da guida ad un gruppo non di francesi ma di  altre nazioni francofone;

Sì INSOMMA È LA PRIMA VOLTA CHE MI ARRABBIO IN FRANCESE, POI SE AVESSI PENSATO CHE ERANO TUTTI FRANCESI ME LI SAREI MANGIATI, IO AMO LA FRANCIA E SE FANNO QUALCOSA CHE NON VA MI INC… COME UNA BESTIA..OSSIA – MEGLIO – COME UN UMANO;

COSE CHE CAPITANO A ROMA OGGI: LA MARATONA, LA DOMENICA DELLE PALME, UN MARE DI TURISTI COME SEMPRE SOTTO PASQUA;

a piazza del Popolo e nelle strade circostanti c’erano molti scozzesi vestiti con il loro gonnellino, sono enormi, un fisico da…scozzezi, delle gambe che sembrano tronchi d’albero, ma in genere non antipatici; insomma ieri c’era di tutto. . .e di tutti a Roma;

Publié dans:fatti strani, pensieri |on 17 mars, 2008 |Pas de commentaires »

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...