Archive pour le 5 décembre, 2007

io il gatto e il Brandy

salve, ciao, qualche notizia di me dato che sono un impiastro, una pecetta: 

allora va un po’ meglio, dolori alle ossa vanno bene: loro, io no, però cerco di evitare le medicine forti e faccio un po’ di streching (si scrive così?) che, forse, alla mia età, un fisioterapista non mi farebbe fare, ma io sono pratica, lo faccio da molti anni ed aiuta veramente tanto, questo per quanto riguarda i dolori; 

per quello che riguarda la pressione  - dopo tante prove perché io non è che sono tanto normale in nessun senso –  con la dottoressa abbiamo trovato due medicine che dovrebbero andare bene, ossia, è da conferma la dose, due di una che abbassano la pressione, ma alzano il battito cardiaco ed una che non fa un cacc… alla pressione, ma alzano il battito cardiaco, dovrebbe andare bene, stasera, mezz’ora fa, ho provato la pressione: è ancora un macello, ma questa nuova dose l’ho incominciata oggi: quando ho misurato la pressione, sempre mezz’ora fa, era strana, la pressione non alta o bassa: strana… al solito, come me…ME LO HANNO SEMPRE DETTO CHE SONO UN PO’ STANA MA NON CI VOLEVO CREDERE,  allora, per non prendere altre medicine e avevo un leggero attacco di angoscia HO PRESO MEZZO BICCHIERE (da vino che state pensando?) DI BRANDY (un giorno compero un Cognac di quelli da faville) ed ora mi sento bene ed allegra (perché?), insomma dovrebbe andare meglio; 

per quello che riguarda il sonno va meglio, il problema: un dolce problema è il gatto, ossia Rudy, come devo aver detto, dorme con me, ai piedi del letto sopra i miei piedi, di lato al letto e, visto che un GATTO-PANTERA NERA io devo dormire ai lati del letto, rannicchiata per farci entrare lui, o in altre posizioni strane che non vi descrivo; insomma vado a dormire verso l’una ( di notte) mi preparo, sistemo le coperte, Rudy si mette sul letto (se metto sopra la coperta che piace a lui), quando ho fatto tutto gli porto la ciotola dell’acqua a letto (sempre il mio, ossia il suo) , l’abitudine gliel’ho data io, è vero che la mamma gatta non gli aveva insegnato a bere, ossia non sapeva bere da solo, gliel’ho insegnato io, così come gli ho insegnato a farsi bidè; insomma gli porta la ciotola dell’acqua (una di quelle più belle) di metallo lucido, grande (l’ha comperata mia sorella, per me ci si potrebbe fare il bagno), se l’avessimo trovata sarebbe stata di oro placcato; allora gli porto l’acqua da bere, lui si mette seduto (rito), si guarda a destra dove c’è l’ingresso, a sinistra, dove c’è la finestra, poi si da una leccatina alle zampe, da un bacetto al dito mio che tiene la ciotola e poi, finalmente beve (sempre verso l’una, l’una e mezza di notte), poi, direte, andate a dormire, NO! lui dopo essersi fatto portare l’acqua si alza, scende dal letto e va a mangiare un po’-  abbastanza da gatto che muore di fame – di crocchette poi, MICA FINISCE QUI, invece di ritornare in camera mia va in camera di mia sorella che già dorme, come farlo uscire di lì? TRUCCO E TRAPPOLA PER GATTI FINTI SCEMI: vado in camera spengo la luce ed aspetto un po’, non più di un minuto, il micio arriva, si siede alla porta della stanza e mi rimprovera, sì è così, mi rimprovera, MIAOOO PERCHÉ HAI CHIUSO LA LUCE IO COME RIENTRO (CI VEDE BENISSIMO AL BUIO OVVIO, MA CERCA DI IMBROGLIARMI, insomma alla fine andiamo a dormire tutti e due; 

comunque va meglio, ora mi sento meglio e l’angoscia è passata (chissà perché? sarà stato il Brandy?), ma è stato anche il micio, un po’ di « pet terapy » fa sempre bene, ed anche il Brandy, ora vado a vedere qualche scemenza in televisione, ciao; 

Publié dans:Brandy, io e il gatto |on 5 décembre, 2007 |Pas de commentaires »

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...