Archive pour octobre, 2007

cose varie nostre (e di micio) della giornata

non ho dimenticato di scrivere il mio diario è che sono accadute diverse cose, tra l’altro sono andata dal dentista, poi oggi per il primo giorno ho messo un golf invece di una camicetta perché fino adesso ha fatto caldo e tre giorni fa stavamo come in estate; ho cominciato a fare il cambio tra camicete e golf ed il resto, c’è qualcosa che non mi entra più anche se buona (mi devo essere ingrasssata!) e la porto nei cassonetti gialli; oggi stavamo un po’ giù di morale io e mia sorella e siamo scese a prenderci un campari soda – era la passione di mio padre che ha trasmesso a noi – il fatto è che ne abbiamo presi due, perchè? insomma io il campari lo prendo da quando ero giovane e lo conosco, mi hanno dato un qualcosa che doveva somigliare ad un campari e probabilmente non lo era, così un po’ irritate (ossia inc…nere) siamo andate al bar sotto casa che ci conoscono, il sapore era diverso, molto più buono, ma poi su che risparmiano? sul fatto che io – ed altri non ci torniamo più! – il fatto è che siamo in una zona molto turistica che è San Giovanni e molti bar e risoratori pensano di basare tutta la clientela sul turismo, abbastanza buono da due anni e mezzo a questa parte, specialmente tedeschi (come sarà?) ma per quanto oramai i turisti vengono tutto l’anno ci sono mesi di punta e mesi no, oramai a fine ottobre di turismo ce n’e meno, certo ritornerà per Natale;

beh! questo è quello che posso raccontare oggi, sì c’è anche quella signora strana nel mio condominio, per fortuna grande, che grida tutti i giorni e questa mattina ha fatto chiamare i vigili del fuoco per farsi aprire la porta, poi qualcuno deve avere chiamato il 118 perché c’erano anche loro, insomma ha fatto il solito casino, ma in realtà non si sa che fare, perché qualche volta (ossia ogni tanto proprio ragiona); tanto non la conoscete, c’è stato il periodo delle carte igieniche, ossia gli si era otturato il water e non so dove e come la faceva,  fatto sta che andava in giro per i piani da tutti i condomini a farsi dare rotoli di carta igienica, ma non uno al giorno che è già tanto, veniva ogni qualche ora perché aveva terminato il rotolo  di carta igienica che gli avevamo dato prima, boh! poi finalmente ha chiamato l’idraulico; in realtà non si sa che fare, una volta due ragazze che abitano in affitto vicino al suo appartamento,  sentendola gridare, doveva essere uscita dalla porta di casa, ci hanno parlato tutta la mattina, ma era un colloquio strano, le ragazze  – universitarie -facevano domande stando in piedi e lei, abbastanza più anziana anche se non vecchia, rispondeva come a scuola, non sappiamo che si può fare;

noi stiamo abbastanza bene, il micio pure, oggi ha mangiato come uno  « sfondato », come si dice a Roma, prima, a pranzo a mangiato un po’ di spezzatino con noi, poi, sempre a pranzo, uscendo abbiamo comperato un pollo per rifarci dall’arrabbiatura del campari non tale,  si è mangiato anche il pollo, stasera, avevamo qualche dolcetto, si è mangiato pezzetti di dolcetto, ora dorme (chissà perché?) poi, naturalmente aveva mangiato le sue crocchette, la sua « pregiata » scatoletta, ha un po’ di pancetta, ma non tantissima, dove lo mette quello che mangia?  carbura moltissimo;

adesso vi lascio perché ogni sera, che va a finire di notte, cambio il vangelo a tutti e tre i Blog: francese, italiano ed inglese (non so ancora se va), metto il commento, preso da un sito francese ha ha tutto in diverse lingue, ed scelgo una immagine per dargli la buona notte, sì i miei visitatori li ho un po’ viziati, ma i più gentili sono sempre i francesi, devo a loro se in qualche momento di sconforto mi metto al computer per trovare qualche cosa di bello per loro, ho anche comperato la liturgia delle ore (il breviario) in quatto volumi in francese, solo quello del periodo liturigico attuale, per poter copiare le letture del mattino che sono sempre molto belle, in realtà finisco per farci i vespri, gli inni francesi sono molto belli e commoventi, partono sempre da un senso di fragilità dell’uomo per ringraziare Dio; quando è stato il 4 luglio festa nazionale francese gli ho messo l’ immagine della bandiera francese e dei semplici auguri, li hanno guardati e riguardati (naturalmente ho le statistiche) gli piacciono le rose, sono sempre alla ricerca di immagini di rose;

addesso vado proprio negli altri blog, ciao buona notte;

Publié dans:oggi |on 20 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

ritratto di Giuseppe Gioacchino Belli

ritratto di Giuseppe Gioacchino Belli dans immagini

http://www.geocities.com/mp_pollett/roma-b1i.htm

Publié dans:immagini |on 17 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

di Giuseppe Gioacchin Belli: LA BONA FAMIJA (Roma, 28 novembre 1831)

di Giuseppe Gioacchino Belli, poeta romanesco,  c’è la traduzione perché è un po’ difficile anche per chi è romano;

http://mp_pollett.tripod.com/roma-b2i.htm

 

LA BONA FAMIJA

Mi’ nonna, a un’or de notte che viè ttata
Se leva da filà, povera vecchia,
Attizza un carboncello, ciapparecchia,
E maggnamo du’ fronne d’inzalata.

Quarche vorta se famo una frittata,
Che ssi la metti ar lume ce se specchia
Come fussi a ttraverzo d’un’orecchia:
Quattro noce, e la cena è terminata.

Poi ner mentre ch’io, tata e Crementina
Seguitamo un par d’ora de sgoccetto,
Lei sparecchia e arissetta la cucina.

E appena visto er fonno ar bucaletto,
‘Na pisciatina, ‘na sarvereggina,
E, in zanta pace, ce n’annamo a letto.

Roma, 28 novembre 1831

LA BUONA FAMIGLIA

Mia nonna, alle otto di sera 1 quando viene papà,
Si alza dal filare, povera vecchia,
Attizza un piccolo carbone, apparecchia per noi,
E mangiamo due foglie d’insalata.

Qualche volta ci facciamo una frittata,
Che se la metti alla luce è trasparente
Come guardando attraverso un’orecchia:
Quattro noci, e la cena è terminata.

Poi mentre io, papà e Clementina
Seguitiamo per un paio d’ore a bevicchiare,
Lei sparecchia e rassetta la cucina.

E appena visto il fondo al boccaletto,
Una minzione, una Salve Regina,
E, in santa pace, ce ne andiamo a letto.

Roma, 28 novembre 1831

1. – Un’ora dopo l’Ave Maria, che si recitava
alle 19:15 in estate e alle 18:15 in inverno,
quindi oggi diremmo attorno alle 20.

Publié dans:poesia romanesca |on 17 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

un pensiero per voi perché non ho tempo ora, un’amica francese (del mio Blog francese domani va dal cardiologo sembrava preoccupata spero si faccia sentire presto) sono preoccupata anche io, poi altre cose…

un pensiero per voi perché non ho tempo ora, un'amica francese (del mio Blog francese domani va dal cardiologo sembrava preoccupata spero si faccia sentire presto) sono preoccupata anche io, poi altre cose... dans immagini 1012-017-21-1084

http://www.myspaceeverydaycomments.com/goodnight.html

Publié dans:immagini |on 17 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

1985: Roma sotto la neve

1985: Roma sotto la neve dans immagini di Roma Vista

dal sito:Le splendite foto di questa pagina sono riferite ad uno degli anni più nevosi che Roma ricordi: il 1985. Durante i primi quindici giorni del mese di Gennaio, Roma come l’Italia intera, fu interessata da un intenso flusso freddo che apportò vari episodi nevosi. Proprio in quei giorni la Capitale registra alla stazione dell’ Urbe la temperatura di -9.8 gradi: a Ciampino, quadrante sud-est della città, la temperatura scese addi-rittura a -11 gradi, record assoluto di sempre.

http://www.meteo-net.it/articoli/fotoroma.aspx

Publié dans:immagini di Roma |on 16 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

varie: a Roma è arrivato l’autunno, abbiamo comperato un calendario con i gatti, bisogna fare il cambiamento di stagione;

finalmente a Roma è arrivato l’autunno, cioè, la mattina ci siamo svegliate con 15°, ci voleva almeno un golfino, poi a mezzogiorno faceva di nuovo caldo, è un tempo veramente strano, all’ora di pranzo è come in piena estate, io mi ricordo, non tantissimi anni fa che faceva freddo ed abbastanza, poi io mi ricordo la neve a Roma, ma i giovani credo che da noi non l’hanno mai vista, peccato, tutto sommato era bello vedere la città sotto la neve; l’acqua delle fontane formava delle stallattiti e delle stallagmiti, era bello, ora è bello lo stesso, però manca qualcosa, manca un ricambio di stagione;

abbiamo comperato un calendario, il primo calendario del 2008, tutto sui gatti, insieme al calendario ci hanno messo un libretto che parla di gatti, divertente e vero, proprio come sono loro; qualche volta Rudy mi fa arrabbiare perché miao, miao, si fa tutto quello che vuole lui, poi lo riguardo questo esserino nero (XXL per un gatto) e so che mi considera la mamma (c’è scritto anche sul libretto che i gatti considerano il padrone come la mamma), ma in fondo è così, gli animali rimandano i loro sentimenti ed il loro amore a sentimenti primordiali e famigliari: mamma, papà, fratellini, amici, il capo del gruppo (ma non i gatti), mi sembrano – specialmente in questo periodo in cui si sentono tante violenze e cattiverie- degli esserini semiperfetti, mi domando se il Signore quando ha creato gli animali ed i gatti in particolare non voleva metterci degli amici accanto, degli amici che avrebbero potuto insegnarci la lealtà, la fedeltà, la tenerezza, la verità, perché sì gli animali vivono nella verità anche se noi mentiamo;

non ho molto da raccontare, il tempo è cambiato e bisogna fare i primi cambiamenti di stagione: vestiti, scarpe, stirare, lavare, vedere se c’è qualcosa da butttare e vedere se c’è qualcosa da comperare, cose solite, ma che vanno fatte, insomma le cose semplici, che spesso appaiono noiose, ma che fanno parte della nostra vita della nostra vita;

ciao ciao,

Publié dans:chiacchiere |on 16 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

bello vero?

bello vero? dans immagini quetzal

quetzal

http://www.redmayacasfa.com/

Publié dans:immagini |on 13 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

quando combino qualcosa sono più contenta

oggi sto un po’ meglio, il mio medico mi ha cambiato la pasticca per la pressione, ci vuole qualche giorno perché faccia tutto il suo effetto, ma pazienza, oggi ho fatto diverse cose e quando combino qualcosa sono più contenta, non fare tanto per fare, quando faccio qualcosa, piccola o grande che sia, ma che mi sembra bella;

forse ho pregato un po’ meno perché facevo fatica a fare tutto, cioè non ho fatto il breviario, ma ho pregato dentro di me, un po’ il salmo 85, è molto bello (tutti daltronde), ma era andatto in un momento di difficoltà, è l’invocazione a Dio di uno che soffre, c’è sicuramente tante gente che soffre più di me, ma la preghiera va sempre bene, a Dio è gradita;

dal Blog francese mi arrivano diverse lettere, alcune solo con una preghiera per qualcuno, mi sto comincindo a sentire un santuario, ma non lo sono, ho le mie debolezze, le arrabbiature, le inc…, quando sento rumori troppo forti, ho un udito temo superiore alla media, forse soprattutto per le tonalità medio alte, così sento tutto in modo forse più forte del normale, il palazzo in cui vivo sembra la Fabbrica di San Pietro (sapete cos’è vero?); a per quanto riguarda le preghiere ho messo il link  alla pagina dove si trovano i commenti e dove mi scrivono le preghiere , ho messo il link in « pages » così forse qualcuno prega con questi fratelli econ me;

i rumori: prima un lavoro, poi un altro, poi arriva un nuovo inquilino e ricambia la casa, rumore di trapani, rumore di quei cosi che tagliano il marmo, martelli, arrotatura dei pavimenti, in compenso quella signora che gridava sempre sembra che stia meglio, è stato chiamato un medico specialista, forse sta cominciando a riuscire ad aiutarla, devo dire che nel condominio c’è stata molta comprensione per lei e molta pazienza, non tutti sono cattivi, come certe volte appare;

io con il mio udito sento tutto tutto, esempio le campane: da tutta casa, ma soprattutto dalla cucina sento forte le campane della Basilica di San Giovanni in Laterano, ma quelle sono forti e sono vicine, cioè al di là dell’ala del palazzo che mi divide da San Giovanni; poi ci sono, abbastanza vicini e abbastanza forti, le campane della Basilica di Sant’Antonio a via Merulana, anche quelle un buon udito è normale le senta; poi sento le campane molto più alte di tonalità della Parrocchia di San Marcellino, è un po’ più lontana, però le sento, tenendo conto che sono comunque al centro di Roma; poi sento delle campane, che sono chiaramente più lontane, hanno una tonalità alta e provengono, seguendo il mio udito, dalla strada di San Giovanni, ossia in direzione della strada che va al Colosseo; l’uniche possibili sono quelle del Convento di Clarisse dei SS. Quattro Coronati, che è abbastanza lontana, ma non ce ne sono altre che mi sembra possibile che possa udire, la Basilica di San Clemente è sullo stesso percorso, ma è più bassa, è inverosimile che la possa sentire; insomma vi faccio un po’ di chiacchiere così, è anche tardi, tanto  raccontare le piccole cose della giornata,

ciao a tutti e buona notte o buon risveglio e buon lavoro, buon viaggio per i pendolari, ecc. ecc.,  

Publié dans:chiacchiere |on 13 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

ciao a tutti ho la pressione molto alta stasera

massima e minima, ha dovuto prendere delle gocce di emergenza, è la prima volta che mi capita così alta non so perché domani vado dal medico, se volete fate un preghiera per me, certo si controlla, ma la minima alta è molto pericolosa,

buona notte

Publié dans:una bella rosa |on 12 octobre, 2007 |Pas de commentaires »

galassia a disco (l’ho letto non so che cosa vuol dire, deve esser la forma, ma perché? boh)

galassia a disco (l'ho letto non so che cosa vuol dire, deve esser la forma, ma perché? boh) dans immagini

http://www.giorgiotave.it/sistema_solare/galassie.php

Publié dans:immagini |on 11 octobre, 2007 |2 Commentaires »
1234

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...