… basso, tra l’altro, si vede meglio il cielo;

quanto poco ho capito in passato! quanto poco si comprende della vita e degli altri! stavo facendo questa riflessione ieri mentre leggevo alcune pagine dal libro di Lustiger: La coix de Dieu, era un libro che avevo già letto, ma mi era sembrato complicato, contorto, facevo fatica a capire (non per il francese che l’ho sempre letto correntemente), ieri invece mi è sembrato tutto chiaro, chiaro il discorso che faceva, chiari i riferimenti, chiara la storia di lui ebreo e cristiano e della guerra e della Francia;

mi domando che cosa è cambiato, che cosa mi ha modificato per comprendere non solo il pensiero del Cardinale – quello teologico c’è sempre qualcosa che sfugge perché la teologia nasce dall’incontro con Dio, perlomento dovrebbe – quanto, forse sto cominciando a comprendere la persona; così mi accade che, anche se avevo letto tutto di Papa Benedetto – del Cardinale Ratzinger – ed ero convinta di conoscerlo – tuttavia la comprensione che ho di lui è più grande di prima di ogni cosa che scrive o dice o fa  mi sembra che combaci con la mia comprensione; non è più grande l’amore o perlomeno così mi sembra, allora che cosa è?

forse è proprio un discorso di amore che si tratta, spesso si parla di amore quando si provano sentimenti che ti fanno balzare il cuore, ti agitano, ma l’amore è più grande di questo, di quello che ho provato, e qualche volta provo ancora, un grande numero di fatti, di incontri con persone, di amici che ti arrivano anche via internet, le persone che non comprendi e lo vorresti, non so, qualche cosa è cambiato, l’amore è entrare un poco nel cuore dell’altro, vederne i percorsi, stare in silenzio di fronte alle riflessioni ai pensieri, ai tumulti del cuore, alle arrabbiature di chi si vuole bene;

l’amore è come seguire un cammino, un cammino in discesa, nel quale ci si trova ad un posto più in basso dal quale si può osservare l’amato; un po’ come nell’incontro di Gesù con Marta e Maria, Marta sta in giro per casa a fare le faccende, Maria si è messa seduta e si trova in una posizione più in basso di Gesù, lo ascolta, lo vede, da quella posizione vede tutta la persona, da quella posizione vede i percorsi interiori della vita della persona;

noi, io, forse, abbiamo dimenticato la storia, anzi no, sono state scritte tante storie, di ogni genere e siamo certamente più capaci di comprendere di quanto lo si era nel passato, ma è vero questo? scrivendo delle storie, di uomini, storie geologiche, storie dell’evoluzione della specie, ecc. abbiamo veramente comprenso qualcosa di più? forse, ma manca qualcosa: forse abbiamo sezionato ogni cosa da studiare perché il metodo scientifico-matematico è quello che ci è stato insegnato per comprendere;

ma è così? forse il « metodo » non è, forse, quello di Maria che si mette una posizione più in basso per  ascoltare e comprendere Gesù? noi ci siamo messi mai in una possizione più in basso per comprender l’uomo e la natura? no, non credo, ci siamo messi nella posizione dall’alto, dall’alto del nostro essere uomini, l’essere più perfetto della creazione e non ci siamo accorti che nella nostra perfezione c’è un limite: siamo limitati, anche rispetto a tutti gli altri esseri del mondo; ci fa più grandi solo la Rivelazione di Dio, l’incarnazione del Figlio, che, pur essendo Dio si è fatto uomo;

non so, sono stata capace di chinarmi per ascoltare, per guardare, per veder con umiltà? non sono in grado di rispndere, c’era un bell’articolo mi sembra su Avvenire, che diceva che Papa Benedetto, scrivendo su Gesù, in qualche modo ha presentato anche se stesso, come è;

ci ha presentato Gesù nella sua unità di persona, ci ha presentato Gesù osservandolo dal basso chino ai suoi piedi;

 ma io scrivo qualcosa che comprendo e che non comprendo, forse devo imparare ancora, forse non bisogna mai smettere di imparare qualcosa, di osservare dal basso, dal basso, tra l’altro, si vede meglio il cielo;

Publié dans : riflessioni |le 9 août, 2007 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...