Archive pour le 17 juillet, 2007

il mercato di Capo de’ Fiori a Roma (e la statua di Giordano Bruno) se non la conoscete andate a vedere le foto che ho tovato sono belle!

il mercato di Capo de' Fiori a Roma (e la statua di Giordano Bruno) se non la conoscete andate a vedere le foto che ho tovato sono belle! dans immagini statua2

http://www.06blog.it/post/262/mercati-di-roma-campo-de-fiori

Publié dans:immagini |on 17 juillet, 2007 |Pas de commentaires »

le scemenze di oggi, fa caldo, devo fare tante cose, non ci sto con la testa ecc.

oggi mi sono stancata molto e faccio fatica a postare dei ricordi, il fatto è, e che capita ogni tanto, cioè ogni qualche anno, che tutto vada cambiato, gli « aggeggi »: elettrodomentici e vari che ti trovi in casa, non so perché, ad un certo punto non funzionano più bene tutti insieme, allora aggiusta una cosa (chiama l’idaulico), vai ad un negozio a far controllare un apparecchio, comperati qualcosa di nuovo (vestiti, borse) perchè fino al giorno prima tutto andava bene, poi ti viene la voglia di qualcosa di diverso;

poi la spesa quotidiana – ma vi sto raccontando quello che sapete già credo – allora decidere  se andare al mercato (ma  i mercati a Roma, o perlomeno intorno a casa mia, stanno andando giù, hanno poca roba (robba!) e non buona, sarà l’effetto serra? ma! non è che tutti i problemi vanno sotto il titolo: effetto serra? insomma scarta almeno per molte cose i mercati rionali, ci sono i supermercati che io comunque preferisco, allora, dato che quelli invece ce ne sono molti e buoni, scegli: la carne da uno perché ce l’ha più buona e sicura (i macellai qui intorno non so che tipo di carne abbiano, per me non ce la fanno, la concorrenza dei supermercati è forte), la verdura da un’altro ecc;

poi se vuoi qualcosa di diverso bisogna andare al centro del centro storico, buffo no, noi abbiamo, a partire dall’esterno:

i Castelli Romani

la periferia esterna

la periferia vera

una fascia intorno non periferia non centro,

il centro, che però non è, ovviamente tondo, da una parte sfonda  da una parte è più risicato, ossia sfonda verso l’Appia ad esempio perché poi ci sono i Castelli, ma non è che ci capisco molto neanche io,

il centro però non collima con il centro storico, ad esempio via Appia è centro, ma non centro storico, San Giovanni è centro monumentale, ma non centro storico (per il Comune)

ci sono zone, i rioni, che dovrebbero essere tutti centro storico, forse lo sono boh!

poi ci sono le zone archelogiche che bisogna sapere come considerare perché se ce le metti tutte, l’area archelogica di Roma sarebbe più grande della città (considerando il sottosuolo)

il sottosuolo: è quasi tutto zona archelogica, per questo  – e per altri motivi sui quali non indago – la metropolitana va tanto a rilento,

sopra: il centro storico, ossia quello che dicevo centro centro, ma non è come la City a Londra, non è la zona economica ecc… sono  zone commerciali soprattutto, ed in molte è sopravvissuto il piccolo commercio, il piccolo negoziante come nell »800, è tutto zona archelogica sia sopra che sotto, e poi è bello, è sì! soprattutto è bello;

insomma stavo dicendo che per comperare qualcosa di diverso e carino vale la pena di andare al centro centro, si trovano un’infinità di cose che poi ritorni a casa senza aver comperato nulla, a volte si compera troppo;

poi, naturalmente bisogna comperare l’acqua minerale, non perché l’acqua di Roma sia cattiva, no! anzi è buona, ma è buona perché c’è troppo calcio e allora un po’ di acqua minerale ci vuole, e dove la coperi? al negozio più vicino, contanto sempre se la fa 10 centesimi di più o di meno, scherzo, ma quando si va a fare i conti di casa tutto fa brodo; allora si va a compera l’acqua minerale: « un pacco di acqua minerale! » fate anche voi così no? ossia 6 bottiglie;

da dove ero partita? dalle cose che devo, anzi dobbiamo, fare questi giorni, ho trascurato una cosa, le scatolette da comperare per il micio, naturalmente quelle più buone in assoluto (anche perché le riconosce e le altre non le mangia) quelle con il gatto bianco per intenderci, poi i sassetti per il suo WC che naturalemnte devono essere quelli e solo quelli, altri tipi non vanno bene, o se li fa appiccicare sotto le zampette e se li porta in giro per casa, o non raccolgono bene la pipì, che in genere è il problema più grosso per i sassetti per i mici, però per lui basta così, non ha bisogno di altro: di un po’ di ciciate, di qualche carezza, di giocare un po’, di tirarlo fuori dai cassetti grandi o dai sportelli dell’armadio quandoci si va ad infilare, QUELLO CHE MI FA IMPAZZIRE è che anche se si è infilato dentro ad uno sportello NON MIAGOLA, STA’ ZITTO, SI FIDA CHE NOI LO TROVIAMO;

beh, sul gatto ci sarebbero tante cose da raccontare, il fatto, soprattutto, che è il micio più dolce ed intelligente del mondo, ma i padroni dei gatti dicono tutti così;

ho raccontato delle cose « così » come venivano, in fondo avevo voglia di scrivere e non sapevo cosa scrivere perchè in questo momento faccio fatica anche a pensare (si capisce?) poi un po’ di scemenze vengono fuori lo stesso;

ciao a tutti ed a miglior racconto;

Publié dans:cose sceme |on 17 juillet, 2007 |Pas de commentaires »

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...