la scuola elementare per me fu una tragedia

la scuola elementare per me fu una tragedia, la maestra aveva l’aspetto di una di quelle megere che  una volta si mettevano nelle favole, un po’ crudeli, per spaventare i bambini, ci metteva in castigo dietro la lavagna, a me è capitato una volta, mi sono vergognata come una ladra, in più era brutta, ossia brutta veramente, non solo l’immagine che io ne avevo da bambina, ma poi, rincontrandola per strada (ed invecchiata) insomma: era proprio brutta;

 io ne avevo paura, come tutti gli altri bambini, un giorno mamma andò a parlare con lei per dirgli di trattarmi bene, mamma in genere non faceva queste cose, era contraria, ma …visto come stavano le cose;

io mi perdevo sempre i quaderni,  non riuscivo a stare al passo delle sue « lezioni », alla quinta non ne potevo più, però volevo farcela, ce la mettevo tutta, dissi a mamma che se mi comperava un quaderno bello che mi piaceva avrei studiato e sarei stata promossa, dovetti ripetere l’anno, mamma non mi disse niente, proprio non c’era niente da fare evidentemente, devo aver cancellato dalla memoria gli episodi di quel periodo perché non riesco a ricordarmi niente, solo tanta paura;

solo una cosa fu divertente, mia sorella, nata prima di me, aveva cominciato ad andare a scuola dalle suore perché dopo la guerra ci volle qualche anno per riaprire quelle statali, naturalmente le suore avevano, specialmente allora, le gonne lunghe, quando io gli dissi che le maestre avevano le gonne corte non ci voleva credere, allora io insistevo: ma non sono suore, ma lei, sicurissima: ma devono per forza portare le gonne lunghe anche se non sono suore;

è l’unico ricordo divertente delle mie classi elementari,

Publié dans : inizi |le 27 juin, 2007 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

mes envies, mes faiblesses,... |
c'est une crevette !!! |
el mondo apocalipticodramat... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Un coeur à toi pour toujours
| etreunevraie
| Juste pour moi car écrire c...